username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il cielo dei ricordi

In fondo i ricordi della gioventù, sono quelli che stuzzicano di più la fantasia, sono quelli che hanno impresso e formato parte della tua crescita.
Ho tanti ricordi che ruotano nella mia memoria, sono tutti belli, anche quelli più brutti nel tempo diventano accettabili quasi nostalgici.
Però ci sono alcuni che parlano da soli, talmente li guardi passare nei giorni di malinconia, li guardi e sorridi ripassando i particolari.
Invece quando penso alle stelle divento malinconico e romantico allo stesso tempo, mi rivedo magari in un falò insieme ai miei amici e turisti, si canta e si mangia, si ride e si guarda il cielo... il cielo e le luci lassù che ci guardano e ci illuminano, ad ognuna di loro, gli è stato dato un nome, oppure ci sono quelli famosi che conosciamo tutti, il Grande e il Piccolo carro oppure Cassiopea, quante volte li ho rimirate e ancora e ancora, ogni sera alzavo lo sguardo per cercarli mi facevano stare bene a volte sentivo i brividi perché magari una stella in particolare mi faceva pensare a qualche amore innocente sapendo magari che nello stesso momento anche lei la guardava e ci riavvicinava era come stare mano nella mano.
Adesso guardo il cielo avvolto in una cappa perenne le luci sono sfocate e gli amori, anche loro ora sono sfocati.

 

3
8 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 29/05/2014 16:45
    Gli amori dell'adolescenza sono una nebbia confusa, quelli dell'età matura un ridicolo scompenso del cuore. L'ho letto d'un fiato, credimi.
  • Rocco Michele LETTINI il 22/05/2014 08:52
    Tutto è sfocato... quanno il bello "del remoto assente" non si rivive.

8 commenti:

  • Anonimo il 04/01/2015 23:03
    MA scrivi le ultime volontà che forse quelle le sai scrivere.
    Tu sei poeta per sbaglio e ti credi d'essere chissà chi.
    A BELLANCA, bello di casa e CLONE DI TUTTI I CLONI, ti ricordano nulla questi nomi: TORE Martino, ORCA Assassina, ANDREA D., BALENA Blu, e tanti altri che non ricordi più di avere e di cui hai perso le password?
    È inutile che fai finta di essere puro e casto, e vai a sporcare in giro per il sito con quell'altra MORTE NERA అర్ధరాత్రి నీలం con la quale vi scambiate i ruoli e i favori.

    TU NON SEI UN CANE SCIOLTO, SEI SOLO UN CANE CON LA SCIOLTA che ha attraversato lo Stretto sulla MERDA.
    Non ci sono aggettivi dispregiativi per definirvi, puzzate solo d'aria fritta..
    Ciao CUCCURUCU' annusatevi quest'aria fritta e fate i bravi che la vita è breve, specie per alcuni, e la morte sta sempre dietro l'angolo.
  • AlfaCentauri il 30/05/2014 00:51
    --- ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... .. --. -. ..- .-. .-.-.- .-.-.- .-.-.- --.- ..- .- -. - --- ... .. .-..- .- --. .. - .- - .- --- --. --. .. ..- -. .- .--. . .-. ... --- -. .- -.--. ..--.. -.--.- . -... -... .-. .- ...- --- --. .. ..- ... . .--. .--. . -.-.-- .- .-. .. -- .. .-. .- .-. .-.. . ... - . .-.. .-.. . -.-.--

  • Sabrina C. P. il 29/05/2014 10:31
    Errata corrige..."due righe di roba"
  • Sabrina C. P. il 29/05/2014 10:30
    Giuseppe. Non riesco a scriverti in privato. Perchè ho una poesia in attesa da tre giorni?... due rughe di roba. Ci vuole tanto a controllarla?
  • Anonimo il 22/05/2014 23:35
    Questa tua descrizione trasmette emozione
    ... anche per me tutto sfocato ora..
    Complimenti
  • PICCOLA RAPUNZEL il 22/05/2014 22:15
    Trasmette molta malinconia e nostalgia
  • AlfaCentauri il 22/05/2014 20:16
    ...
  • Sabrina C. P. il 22/05/2014 13:55
    Quanta nostalgia, ingentilita da una magica penna...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0