username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La casa

Era una casa che tradiva, immediatamente, l'intimità: quella propria di lui.
Mi piaceva entrarci in punta dei piedi, silenziosamente, senza mai avvisare, giusto per sorprendere tutti gli oggetti ed i particolari nella loro confusione.
Il disordine mi ha sempre dato indicazioni che l'ordine mi ha sempre tolto. Delle cose mi piace cogliere la prospettiva inversa, l'altro lato... quello che nessuno vuole.
Mi piacciono i libri sul tavolino in legno, messi alla rinfusa, cercando di capire qual è l'ultimo che ha toccato. Accanto trovo il bicchiere di vetro, con ancora un dito di whiskey, preso e ripreso durante i suoi pensieri, esso lascia intravedere il lato dove ha bevuto: l'impronta del suo passaggio; più in là il posacenere con le ultime sigarette della notte e poi intravedo la chitarra messa di lato alla poltrona. Sulla sedia vedo la sua maglia, quella blu e sul tavolo l'I-Pod, ovunque piccole tracce, indicazioni tangibili della sua presenza multiforme. Con lo sguardo seguo tutto dappertutto.
Sul soppalco il letto disfatto con il blocca in bella vista, scarabocchiato a tratti, ma mi trattengo dal prenderlo, perché so che se qualcuno guardasse i miei scritti senza permesso, non lo perdonerei mai.
In cucina i bicchieri sul lavello e la bottiglia di vino vuota mi suggeriscono che ieri non era solo e mi diverto ad immaginarlo a chiacchierare di chissà cosa con altre persone che non sono me. Ci sono anch'io però, sulla libreria un po' in disparte, sotto forma di biglietti gialli appiccicosi ancora non usati.
Seduta sulla poltrona, scalza, a gambe incrociate ritrovo i miei pensieri e me li tengo stretti. Infine vedo l'armadio e mi ricordo che, ancora, mi mancano i suoi segreti più scuri.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0