PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lo specchio magico e dell'amore

C'era una volta un antico specchio magico che si trovava in un grande castello dove arrivò, un giorno, una principessa che voleva uno sposo.
Lo specchio era fatto apposta per trovare gli sposi: era diviso in due parti, da un lato la persona si metteva davanti ed era riflessa, dall'altro lo specchio avrebbe dato l'immagine della persona giusta da sposare.
La principessa aveva già in mente qualcuno, un re che conosceva e che pensava fosse la persona giusta. Per sapere se fosse lui lo sposo, si mise davanti allo specchio.
Lo specchio era antico e non era utilizzato spesso, così ci volle molto a fare apparire l'immagine dell'uomo. Annoiata dall'attesa, la principessa andò via per tornare dopo.
Così, lasciato incustodito lo specchio mentre caricava l'immagine, una strega, che aveva visto entrare la principessa nel castello e che l'aveva seguita di nascosto, disegnò una X nella parte dello specchio che stava elaborando l'immagine in modo che la principessa non potesse sposare l'uomo che amava.
Quando la principessa arrivò davanti allo specchio, vide la X.
"Non c'è dunque nessuno per me!" esclamò la principessa che, delusa, si sdraiò sul letto lì vicino e svenne.
Al risveglio si mise a piangere per la delusione, e pianse, pianse per 7 o 10 giorni.

Poi le venne in mente dei passi che aveva sentito dietro di se quando era entrata, così si rese conto di ciò che era accaduto:
"È la strega. È la strega! È stata lei a mettere la X sullo specchio!"
La principessa si arrabbiò tanto, poi strappò la X dallo specchio, ci si mise davanti e attese pazientemente che lo specchio completasse il caricamento dell'immagine.
Vide così che il suo principe era quello atteso.
"Devo sposare lui. Lo sapevo esclamò la principessa." Uscendo dal castello e andando a cercare il re che già conosceva.
La strega assistette alla scena e, una volta uscita la principessa, si precipitò a maledire lo specchio
"Me la pagherai, che tu sia maledetto per sempre, gli disse!"
Ma lo specchio fece ciò che tutti gli specchi fanno, anche quelli che non sono magici, riflesse l'immagine della strega che quindi fece il maleficio a se stessa e perse tutti i suoi poteri per sempre!

E vissero così tutti felici e contenti.
Tranne la strega.

 

l'autore Glauco Ballantini ha riportato queste note sull'opera

Racconto di Alberto Ballantini (7 anni)


2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Chira il 14/07/2014 09:44
    Complimenti alla fantasia di tuo figlio per lo specchio magico in chiave un po' moderna e a te. Magari ci fossero stati certi strumenti... quanta infelicità in meno!
  • stella luce il 22/06/2014 21:27
    con un padre come te non poteva che scrivere così bene... davvero bella soprattutto perchè pensata da un bambino... uno specchio che nn farebbe sbagliare la scelta sul proprio amore... e la strega resta infelice, fosse sempre così...
  • Glauco Ballantini il 21/06/2014 22:22
    É la trasposizione di una favola di mio figlio Alberto (7 anni)

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0