username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Le macchie di Rorschach, Oisssela

Ci si innamora sempre da bambini. Da piccoli, non si viene presi sul serio e questo è un peccato. A venti anni, i bei sogni di gloria si sprecano. Passeggiare mano nella mano, scoprire nuove sensazioni... Stupendo! Se fortunato e t'innamori di un'altra, è più del Paradiso. Cambiando partner, cambiano le piccole bugie, le sensazioni, i sogni e le immortali emozioni. Una ragazza... i suoi brufoli da accarezzare. Sei innamorato e una dolce sensazione ti pervade. Non è possibile che a un fulvo pettirosso, tu possa piacere tanto. Ti chiedi tante cose, senza saper dare risposte.
*E tu la ami più di quanto altri potrebbe mai amare. È la tua gioia e il tuo tormento. Oh mio Dio! Come è stato possibile che ci allontanassimo?* Il sole continuerà a risplendere. Anche sulle nostre ombre e nelle nostre anime. Lo splendere del sole è sempre bello. Amare, dolce e meravigliosa sensazione. Vivere di rimpianti. Belli anche i rimorsi. Amare... la sofferenza più dolce. Nel cielo brilla sempre la luna degli innamorati che si vogliono bene. Cambiare partner è bello, ma a patto che non sia tu il partner cambiato. Verso i trent'anni ti metti a cercar moglie. Sono in tante che aspettano e che cercano un marito qualsiasi. Ecco la spilungona che fa di tutto, per farsi notare. Perché tentenni? Perché la Spilungona ti saluta con tale sì fredda cortesia? Ella ha trovato un nuovo partito, migliore della tua anima in pena. Un sospiro di sollievo, anche perché adesso dialoghi con la Dottoressa, che non è niente male. Non porta più il maglioncino. Siamo in primavera. Adesso indossa un'elegante camicetta di seta. Il seno! Che fine ha fatto? Non scherziamo!
Il seno è importante. Serve per allattare i bambini. Il tipo giusto potrebbe essere la cara collega. Sa accavallare le gambe. Troppo disinibita. A certe cose gli uomini ci tengono ancora. La tua dolce metà è lì. Dove? Alla fermata del pullman o no? Ha una buona cultura e una certa dose d'intelligenza, Doti queste che non si negano a nessuna. Figuriamoci ad una moglie! Sta leggendo " Mort à Credit." Fa il paio con il mio " Mea Culpa" Era bella come una ragazza straniera e la sua erre non aveva niente da invidiare a quella delle più blasonate parigine della capitale. ( R... S!) Una leggera miopia rendeva affascinanti i suoi lineamenti greci. Uno sguardo, un sorriso ed ognuno si ritrova la moglie che si merita. Luna di miele: Parigi. La tour Eiffel. Le prime tentazioni. Rue Des Canettes. Un ristorantino tipico.
La Bouillabaisse. Un anziano cameriere: "E come bevande?" "Per me del latte e per la signora dell'acqua minerale". Il cameriere s'allontanò bofonchiando:
"In quarant'anni di onorato servizio, in fede mia, giammai avevo visto la bouillabaisse ricevere un simile affronto." Che tipo strano! A me piaceva il latte. Anche quello di mucca. Fortunatamente la legge francese vietava il duello. Il cameriere lorenese servì come da copione scritto. Del latte per il signore e dell'acqua per la signora. Al momento del conto, rifiutò la mancia e scosse altezzosamente la testa. In quel sia pur decente ristorantino ignoravano che, dopo quarant'anni di onorato servizio, non ci si deve sorprendere di niente. Nella terra di Francia, dove la libertà è più bella che in Italia, lasciateci bere il bianco latte, in tutta tranquillità.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/08/2014 09:11
    ahahahahah... fantastico, riuscire a far ridere, o meglio sorridere, con un racconto tanto serio è davvero a maestro... no, non d'ascia, e nemmeno di scacchi... maestro di narrativa.
    Il riferimento alle macchie di Rorschach ho la pretesa di averlo colto appieno, ma potrei sbagliare anche perché l'aggancio è più onirico, fantastico che reale... comunque, in queste macchie di ricordi, piacevolmente confusi seppur nitidi, ci sono mille carinerie e inezze e tocchi di poesia niente male. Ma a proposito... mai cimentato con la poesia?... molto piaciuto, Oissela, e confesso che non lo ricordavo... sai, quei giorni su Net per me erano un po' tesi... ma tutto sommato belli.
    Gran bel rientro, ce n'era bisogno... ciaociao e buon ferragosto... ho letto a tempo, ora parto per un pranzo da sballo sul lago di Garda... ma niente latte,è vietato... ahahahah!!!!!
    P. S. i miei amici di Marsiglia che mi hanno fatto conoscere la Bouillabaisse sarebbero d'accordo con il vecchio cameriere...

2 commenti:

  • oissela il 15/08/2014 11:09
    Ricordo bene le "Tue Macchie" ma andrò a rileggermele.
    Restai colpito dalla"retroazione"
    Ciao
    Oissela
  • Anonimo il 15/08/2014 09:14
    refusi: da maestro... mille carinerie e finezze... e altri... insomma alcuni tasti li ho sventrati con le mie mani pesanti e non vogliono battere... hanno ragione, no agli sfruttamenti... ahahahah

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0