PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Omero

1
Omero guarda verso la mer.
Con gli occhi perduti oltre il limite dell'orizzonte immagina il suo futuro... da troppo tempo, infatti, è piantato sulla terra e non ha dato buoni frutti con la sua fantasia solitaria! Ma come d'incanto improvvisamente un'idea balena nella sua mente. È molto tempo che conosce la principessa Madonna, una principessa a lui molto cara e anche ai suoi genitori... il Sole e la Luna, infatti, sono coloro che hanno generato il nostro Omero. Lo hanno accudito a lungo e hanno saputo crescerlo e aspettarlo, ma adesso è arrivato quasi il trentatreesimo compleanno del nostro eroe e sarebbe il momento che egli si sposi e abbia dei figli e dia alla sua dinastia almeno un erede.
Sole: "Omero, cosa stai aspettando? Sei pronto? Oggi è il grande giorno... vengono da noi Odino e sua moglie e con loro ci sarà anche la principessa Madonna... tu sai che è molto importante per tutti noi questo incontro... allora, Omero mio, sei pronto?"
Omero si sta ancora vestendo assieme ai fratellini Ulisse e Achille che... non abbiamo ancora presentato!
Ulisse è un bel ragazzino di quindici anni e studia ancora, mentre Achille è già un lavoratore e sa che all'incontro ci sarà anche la piccola sorellina della principessa Madonna... e sono tutti pronti!
Ulisse: "Padre, eccoci. Siamo qui!"
Achille: "Bene, ma c'è anche Ermione, padre? Arriva tutta la famiglia... io non sono andato a lavoro per questa cena!
Omero: "State buoni! E speriamo di andare tutti d'accordo... sarebbe già molto!

2
Nel frattempo in casa di Odino c'è una situazione analoga.
Madonna si sta preparando e lo specchio per lei è fondamentale... ma, all'improvviso, mentre sta provando un bellissimo vestito rosso che le piace tantissimo lo specchio cade e lei inizia ad urlare.
Madonna: "Si è rotto il mio specchio... è una dannazione... padre, madre mia accorrete!
Odino e sua moglie corrono subito in camera di Madonna.
La moglie di Odino: "Cara, cos'è successo? Perché urli? O lo specchio! Si è rotto! Cosa faremo adesso... è un indizio nefasto! Corro subito ad avvertire la famiglia di Omero!"
Odino: "Ma cosa dici, moglie mia? Cosa penseranno? Che siamo degli sciagurati! Su, vestitevi e andiamo alla cena!
La moglie di Odino: "Madonna, hai sentito tuo padre? Su, andiamo lo stesso!"
Madonna: "Mamma... ma... va bene!"

3
All'ora di cena ci sono tutti... ma non la piccolissima Ermione, malata!
Il Sole e la Luna hanno salutato gli ospiti e li hanno fatti accomodare e adesso è appena iniziata la cena e tutti sono presenti... Madonna e Omero con Ulisse e Achille, Odino e sua moglie e i padroni di casa!

12345

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti: