PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Cambiale

La Cambiale

Non si può pretendere tutto dalla vita ed io non lo pretendo, so accontentarmi.
All'angolo della strada, la solita pizzeria e giusto di fronte, la solita panca!
Con il bravo cartoccio di pizza, sono pronto a farmi invidiare dai passanti.
"Ah, Signore, signore, come vorrei che qualche terrorista facesse saltare per aria mio padre e mia madre." "Perché"? " Ah, perché ai Funerali di Stato, potrei urlare alle Autorità... Assassini, Assassini." Una figlia dei fiori dei nostri giorni e non disposta a mettere fiori nei cannoni. Capitano tutte a me, liberiamocene, per l'amor del cielo.
"Ah, signore, mi darebbe un po' di pizza?" Ignoro lo stomaco che brontola e gliela offro.
La mangia tutta ed io sto per andar via. "Ah, signore, berrei mezza birra, ti prometto che a casa saprò sdebitarmi." Non male, anzi ben costruita la giovenca.

La giornata era andata e tanto valeva... passarla in compagnia. Seppi che era una fuori corso della Sapienza e che quel giorno non c'erano manifestazioni.
Lei scoprì che ero un precario disoccupato ed io, da delinquente incallito, fissavo, nella mente, le sinuose forme, nascoste dal jeans sdrucito e dalla maglietta rigonfia.
Così vanno le cose del mondo ed io pensavo a quella cambiale del suo sdebitarsi.

Non so il come e non so nemmeno il perché, so solamente che ci ritrovammo, mano nella mano, a vagabondare tra i fori imperiali e ad ammirare le rovine del tempo che fu.
Distesi sul prato, qualche piccola concessione o anticipo di interessi che stavano maturando. Sul più bello, la sua voce mi gelò " Andiamo da Mc Donald, a prendere qualcosa?" Frugate le tasche e usciti da Mc Donald, mi restavano sette euro.
Io non avevo consumato e lo stomaco minacciava capogiri.
Per riscuotere una cambiale, si fa anche la fame.
Due gelati e finalmente a casa sua! Definirla casa, la sua, un tantinello esagerata.
Un monolocale con bagno incorporato.

Si spoglia e nel mentre strabuzzo gli occhi, doccia veloce e voilà Venere si riveste col vestito della festa. Che spettacolo, gente devota. Dovrei riscuotere la cambiale, mah!
" Andiamo al Sistina, c'è Pippo Franco, ci divertiremo."
"In tasca ho solo due euro e con questa cifra non si va da nessuna parte".
"Brutto Pezzente, se non esci da questa stanza entro un minuto, chiamo i carabinieri."
Non tutte le cambiali vengono onorate.
NdA- Una creazione di Oissela e Pocechini.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 25/09/2014 18:40
    Veramente carino e originale. Concordo con Giacomo certe donne sono inqualificabili, non amo i rapporti per interesse. Ciao complimenti
  • Anonimo il 25/09/2014 12:45
    La cambiale andava onorata, a mio modesto parere... infatti una donna d'onore avrebbe onorato la serata anche gratis, oppure offrendo lei la pizza... ergo!... beh, come si dice: meglio perderle che trovarle certe donne... ahahahah... molto spiritoso questo racconto, ma la Mina quale parte ha scritto?... oppure è l'idea comune, e poi hai scritto tu tutto il racconto?
    Divertente e ben scritto, lo si legge come si mangia un gelato, al volo... eheheheh... ciaociao, salutami Mina.
  • Glauco Ballantini il 25/09/2014 11:25
    Dunque una pizza, presumo a taglio, Mc Donald, un gelato... la cambiale era scarsa. Magari dopo Pippo Franco...

11 commenti:

  • Ellebi il 26/09/2014 03:47
    Mi associo ai complimenti. Un saluto
  • silvia leuzzi il 25/09/2014 22:26
    Simpatici lestofanti ahahhahhahh
  • oissela il 25/09/2014 21:03
    Per Eurofederico, Loretta e Salvo. Grazie per la lettura e per i commenti. A risentirci. Ciao.
    Oissela
  • oissela il 25/09/2014 20:58
    Per Silvia-Ci siamo divertiti a creare una coppia di lestofanti e
    nessuno dei due è un modello di virtù. Ciao.
    Oissela
  • Anonimo il 25/09/2014 18:37
    Avresti potuto protestarla?
  • loretta margherita citarei il 25/09/2014 17:50
    ironico al punto giusto, piaciuto
  • eurofederico il 25/09/2014 17:48
    bel racconto... triste e divertente insieme!
  • oissela il 25/09/2014 13:23
    Poi, dicono che non sono buono. Un capitale ho speso.
    Con Mina, ci sentiamo quasi tutte le mattine.
    Discutiamo molto e generalmente io sono la parte esecutiva.
    Domani, Mina dovrebbe postare questa storia su Descr...
    Le porterò i tuoi saluti, ma ti confesso che più di una volta abbiamo parlato di Ermanno e lo abbiamo fatto in positivo.
    Ciao. Oissela
  • oissela il 25/09/2014 13:14
    Grazie per la lettura e per il commento.
    Ti lascio un saluto, Ugo.
    Oissela
  • oissela il 25/09/2014 13:12
    Pizza, Mc Donald e gelato era tutto il mio capitale.
    Non ci casco più.
    Ciao.
    Oissela
  • Ugo Mastrogiovanni il 25/09/2014 11:43
    Molto simpatico e ben narrato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0