accedi   |   crea nuovo account

Maschio e femmina

Bibbia - Genesi 1 - 27

"Dio creò l'uomo a sua immagine;
A immagine di Dio lo creò;
Maschio e femmina li creò."

Bibbia - Gen. 2 - 24
..."e i due saranno una sola carne"...


Molte volte mi sono risuonate in animo queste tra le prime parole della Bibbia, a proposito delle due grandi categorie che popolano la Terra.

Il fatto che siamo stati creati a immagine di Dio e che siamo maschio e femmina, mi fa dedurre che il volto di Dio, molto probabilmente, è rispecchiato sulla Terra nell'unico volto di uomo e donna uniti in un'unica carne.

Ciò che ci distingue è dunque una condizione senza della quale non abbiamo un volto eterno e, con l'ipotesi di non essere compiuti.

Io mi sono sempre considerata "essere" di uguale valore, rispetto ai maschi ma non ho potuto non vedere quanto invece nella vita si sia ritenuta più importante la maschilità.

Gli uomini sono sempre stati ai vertici di tutte le strutture, antiche e moderne e, le eccezioni che stanno diventando anche numerose, non fanno che confermare la regola.

Ciò che mi preoccupa non è tanto quanto di più ottengano gli uomini nei vari ranghi della società, ma la spinta reciproca ad annientare le diversità che fanno della donna: "donna" e l'uomo: "uomo".

Assistiamo ad un sempre più palese sforzo della donna ad emulare l'uomo, ad imitarlo, allo scopo evidente di occupare le sue posizioni. Io ritengo che non sia il ruolo a dare una identità, bensì lo specifico della persona, il suo "essere" vissuto in pienezza e coerenza.

Allora una donna Capo di Stato sarà vera quanto più sarà evidente e manifesta la sua identità di donna e tutti sappiamo cosa significhi essere donna: la donna nella storia è stata dea, sacerdotessa, regina, madre, e non occorrono le posture maschili per darle pregio e valore; è sufficiente che sia pienamente sé stessa.

Allo stesso modo una sempre più numerosa schiera di maschi vorrebbe essere donna ed utilizza tutti gli strumenti che la scienza mette a disposizione per appropriarsi di quell'immagine femminile che vorrebbe avere e che, evidentemente, preferisce.

12345678

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 03/10/2014 06:05
    SAGGIA LA CITAZIONE BIBLICA... SUBLIME IL SEQUELAR DEL TUO MERAVIGLIOSO RIFLETTERE NELL'OSSERVARE UN "VIVERE AMOREVOLE" CHE NON C'E'...
    IL PLAUSO LO MERITI VERBENA... E SCROSCIANTE... SERENA GIORNATA

3 commenti:

  • Verbena il 03/10/2014 16:30
    Chiunque tu sia, anonimo, grazie di vero cuore.
  • Anonimo il 03/10/2014 13:34
    Commento anonimo di Ellebi.
  • Anonimo il 03/10/2014 13:33
    Un saggio esemplare, eloquente, intelligente, di quella intelligenza speculativa ma delicata, che è solo femminile, che non è minore di quella maschile, ma solo diversa, per certi versi perfino superiore, ma l'intelligenza è un aspetto della personalità di uomini e donne, che non basta a far essere loro quello che sono e che dovrebbero essere, e cioè
    gli uni sempre più uomini veri e le altre sempre più donne vere, proprio come nella genesi da te citata,: Maschio e Femmina li creò. Complimenti e saluti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0