username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ammore e mazziate

Un mio amico d'infanzia vuole lasciare Posillipo perchè s'è inguaiato. Qui l'aria di mare è frizzante come la passione che Vincenzo ha messo nella sua relazione con Carmelita, una ragazza di 16 anni, assai carina e smaliziata. In poche parole lei ha dimostrato di essere precoce e se l'aria è doce... ha aperto... il suo cuore a quel disgraziato di Vincenzo. Ora lei non esce più di casa e a mamma soie piange di avere una figlia svergognata e ingravidata. Sì, perchè è incinta di tre mesi e lei non ha avuto il coraggio di dirlo a mammà. Qui una mammana si trova sempre, in grado di svuotare ciò che è stato riempito, ma ora la faccenda è seria assai e la ragazza dice che quel figlio lo vuole tenere per sè. Che vergogna! La madre di Carmelita si è sfogata e l'ha mazziata di santa ragione tanto che ora il colorito delle guance è di un rosso vivo... Me l'ha detto sua sorella Rosa che è la mia innamorata. Suo padre, che è un uomo di poche parole, le ha tolto il cellulare e l'ha portato a impegnare perchè lui è sfaccendato e di soldi in casa non ne girano. E Vincenzino che fine ha fatto? Se n'è fuiuto non appena ha sentito puzza di guai perchè ha paura delle conseguenze. Non gli va di essere padre a 18 anni e solo perchè ha fatto l'amore con quella sconsiderata di Carmelita. Lui non sapeva che era vergine e tutto quel sangue l'ha spaventato, ma poi, si sa come vanno ste cose, ci ha preso gusto a pazziare con lei che ha tutti gli attributi al posto giusto. Ora se ne vuole andare in Germania dove vive il fratello di suo padre e sicuramente partirà, sempre che il padre e la madre di Carmelita non l'acchiappano alla stazione e lo portano come offerta a San Gennaro, sperando che gli faccia u miraculo di sposare quella sventurata della figlia. Il padre di Vincenzo fa lo scaricatore al porto di Napoli e parla più a schiaffi e pedate che a parole, ma siccome dice che un figlio maschio deve essere a tutti i costi, forse lo perdonerà. Tanto, come si dice in questi casi, la colpa ricade sulla ragazza che è la sola ad essere a rischio. I parenti di Vincenzo, quando si è sparsa la voce, l'hanno subito protetto perchè di matrimonio riparatore non se ne deve parlare e lui deve trovare una brava ragazza, non scostumata come a quella. La mamma di Carmelita dicono che è andata a sporgere denuncia ai Carabinieri per violenza sessuale su minore e che il giudice ha ordinato l'arresto di Vincenzo. Dicono, dicono, ma nun è o vero. La ragazza il figlio non l'avrà, si è convinta che era un guaio grosso assai, e ha ricevuto come regalo un cellulare costoso da parte del padre di Vincenzo che ha chiuso la questione, regalandole anche un corredo nuovo nuovo. Vincenzo ora esce per la strada e guida na motoretta nuova fiammante, un regalo di papà che lo vuole maschio ad ogni costo. Alla prossima...

 

0
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Claudia Costa il 11/11/2014 15:41
    Nel racconto si respira ogni sfumatura di Napoli e delle sue creature.
  • Glauco Ballantini il 11/11/2014 11:45
    Omnia vincit... pecunia, che non olet... simpatico spaccato di vaia umanità...

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0