accedi   |   crea nuovo account

Barriere

Barriere



Diavolo, una canicola oggi!
Dal marciapiede vedo salire vapore: un ondeggiare, un brillare qui e là. Ed è come dopo un lampo, quando ti si imbiancano tutti gli occhi.
Penso a una linea Maginot, a un limes, a una grande muraglia... Fatto è che non si riesce quasi a vedere l'edicola. E nel proseguire, mi sento come un ostrogoto che penetra in una fortezza romana. Stoico. Perché bisogna ammetterlo, fra tutte le strategie, quella di erigere palizzate a protezione di un campo è la più inconsistente. Non credo esistano fortini inespugnabili. E magari non dico proprio una sciocchezza. Quando poi, di fatto, con le palizzate dichiari al nemico che ti sei rammollito, attesti, come dire, la tua sedentarietà. Le palizzate attorno ai campi romani si videro solo alla fine dell'Impero, quando cioè al posto delle tende si costruirono delle vere e proprie strutture abitative. Con tali comodità, non è difficile immaginare un certo lassismo tra i soldati. Signori cari, i fortini custodiscono, proteggono, racchiudono uno spazio; ma i fortini tarpano le ali. I fortini creano distacco, fanno solitudine. Più ti proteggi all'interno, più ti isoli all'esterno. Non so se mi spiego.
Ma chissà perché oggi mi vengono in mente questi pensieri da triangolo isoscele. Sarà questo caldo assassino, quando sotto la barra della radice quadrata ci saranno almeno 40 gradi.

Michele sta maneggiando i libri alle vetrine: e sembra più pensieroso di me.
-'Giorno, signor Michele. Che abbiamo.
- Uh... giusto lei! Abbiamo che devo prendere una decisione.
- Importante?
- Come la ricotta salata sulla pasta col pomodoro.
- Quindi una questione di panza?
- Ma no, che panza e panza.
- È allora?
- Problema. Fare o non fare la richiesta per inserire nelle vendite le schede per il parcheggio...?
- Vuole accontentare finalmente quella brava gente?
- Ora però non pensi che mi sono arreso, eh.
- Non lo penso mica. Solo mi chiedo cosa non ha funzionato l'altra volta con tutti quei cartelli esposti attorno all'edicola.
- Quali cartelli?
- Quelli in cui c'era scritto che qui non si vendono le schede per il parcheggio.
- Beh cosa non ha funzionato. Scoprirlo è come vincere al gratta e vinci.
- E si vince?
- Si gratta.
- Eppure, del perché molti avventori non hanno digerito quei cartelli, un motivo ci sarà.

1234

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Carlo Ragonese il 27/11/2014 13:12
    Grazie elle, lieto che ti sia piaciuto. Essere disinvolti nella scrittura è un gran bel complimento. Davvero. Spesso mi domando se il lettore riuscirà a leggere la prima pagina di ciò che ho scritto.
  • Ellebi il 27/11/2014 01:35
    Scritto con disinvoltura, direi, con sicurezza, quella di chi ha pratica del raccontare, e il risultato è un brano brillante, e di piacevole lettura. Un saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0