PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Occhi da bambino

Seduto in poltrona lancio una rapida occhiata fuori, giusto il necessario per rendermi conto che Novembre sta terminando il suo mandato sciogliendosi definitivamente in pioggia. Accendo il televisore per vedere se questa sera varrà la pena stare alzati per guardare un buon film. La prima immagine che si materializza è quella di un ragazzo che imbraccia un fucile, la faccia vorrebbe essere feroce ma viene tradita dagli occhi. Occhi da bambino. Alle mie spalle una vocina m'interroga:
- Nonno, la guerra la fanno anche i bambini?
Spengo l'infernale apparecchio, poi mi volto per guardare in faccia mio nipote Carlo, appena tornato da scuola. Vorrei rispondergli che quella è una situazione particolare, che in Africa purtroppo succedono cose che da noi sono inconcepibili, ma prima di parlare lo sguardo cade su un portaritratti appoggiato sulla mensola del camino. Osservo la foto in bianco e nero, un giovane in uniforme mi sta fissando. Mio nonno. Di tutti i suoi racconti sulla "grande" guerra uno emerge con prepotenza. "Erano una moltitudine, avevano sì e no diciott'anni, appena scesi dal treno venivano mandati a combattere. Io li guardavo in trincea, prima dell'assalto. Guardavo quelle facce assumere smorfie che avrebbero volute essere di ferocia, tradite però dagli occhi. Occhi da bambino." Torno a fissare quelli di mio nipote, che attendono una risposta.
A volte, Carlo. A volte succede. Loro, però, non vorrebbero.

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 27/11/2014 11:10
    Le guerre che non finiscono mai... Ed in qualche parte del mondo, ci sarà sempre un bambino che per sopravvivere o perché costretto imbraccerà un fucile ed avrà occhi solo per piangere... Poiché se solo sopravviverà alla guerra nei suoi quei momenti non spariranno mai... Visto che la vita non gli ha insegnato a sorridere. Bel racconto. È stato un piacere leggerlo.
  • Rocco Michele LETTINI il 26/11/2014 17:27
    Nonno, la guerra la fanno anche i bambini? Una domanda che porta a riflettere... Hai raccontato il vero Nunzio...

2 commenti:

  • Ellebi il 27/11/2014 01:49
    Bellissimo questo breve brano, anche se, mi pare, quelli della Grande Guerra avevano almeno 18 anni, quelli africani ne hanno anche 12. Un saluto
  • Chira il 26/11/2014 17:20
    La storia che si ripete e gli occhi da bambino sono anche quelli dei grandi che non sanno uccidere... sgomenti e innocenti. Un caro saluto, Nunzio.
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0