accedi   |   crea nuovo account

La politica della medicina (3a parte)

Proprio da qui nasce il pensiero, scintilla d'impatto tra spirito e materia, che mette in contatto mente (sistema nervoso) e anima (sistema spirituale), terribili sorelle del nostro io profondo, lungo il percorso neuropsichico neurone-pensiero-verità.
Mettendo adesso, finalmente, a tacere la medicina della politica e la politica della medicina, la filosofia della medicina sarà quella di curare l'umanità secondo scienza, amore e coscienza e, dalla medicina alla filosofia (massima di Aristotele), sarà compito dei medici di famiglia (esperti di anime e di coscienze) fare educazione morale per porre le basi a un mondo migliore, fermo restante la primaria attività di preservare i nostri pazienti dal male (educazione sanitaria), dai malanni stagionali (vaccinazioni), dalle tentazioni immorali (il viagra si prescrive solo a scopo etico!) e finanche culinarie (per vivere a lungo basta respirare, mangiar poco e camminare tanto!).
Sull'educazione sanitaria, da maniaco del metodo cartesiano (evidenza, analisi, sintesi ed enumerazione), mi permetto adesso il solito schema che si impernia su queste tre distinte condotte:

1-condotta morale, regolata dal sistema spirituale e qui bisogna stare alla larga da vizi deleteri come il fumo, le droghe e l'eccesso di vino.

2-condotta alimentare, regolata dal sistema nervoso (centri della fame e della sazietà) e nella dieta, tenendo a debita distanza anoressia e bulimia, vanno privilegiati frutta e verdura, alimenti antiossidanti.

3-condotta motoria, regolata dall'attività fisica che dona la buona salute realizzando il giusto equilibrio tra corpo e anima (mens sana in corpore sano).

È sempre lo stress a rovinarci la vita e in campo metabolico si chiama stress ossidativo, con l'ossigeno che da un lato ci fa respirare e dall'altro, a causa dei suoi radicali liberi, interagisce con l'endotelio vasale con conseguenti danni vascolari (infiammazione, vasocostrizione, trombosi) sulla strada dell'invecchiamento cellulare, delle malattie degenerative e del cancro.
Ora se per combattere lo stress ossidativo si ricorre a frutta ed ortaggi (c'è un ritorno alla terra ed i contadini sono più longevi), per lo stress emotivo, invece, non c'è niente da fare se la quotidianità ci offre il solito scenario di morti per mare, guerre per terra e femminicidi in famiglia, dove giovani belle mogli perdono la vita al cospetto di disattenti mariti (Salvatore Parolisi, Antonio Logli e Michele Buoninconti) che, padri incoscienti, privano i loro stessi figli di belle mamme (Melania, Roberta, Elena).
A queste povere creature va la mia dedica materna...

intensamente,
a lungo sofferta,
ancor più bella,
che vita insieme.
Sei volata all'istante
con un lampo abbagliante
su di una luminosa scia
tra schiere angeliche festanti
con sinfonie di canti e suoni
a spasso per sempre
nell'incanto dei cieli

Ormai è tempo che anche la Chiesa si metta al passo dei tempi (Papa Francesco è la persona giusta per farlo) riconoscendo, con coniugi consenzienti, il divorzio (senza la farsa della Sacra Rota ) e l'unione sentimentale degli omosessuali, mentre in campo bellico le guerre con la bomba atomica saranno sconfitte dall'educazione morale con l'atomica dell'anima.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 18/12/2014 10:29
    Dalla Chiesa... il rinnovo... per una condotta diversa... per uno stress da cancellare... per un animo ritrovato... INDISPENSABILE... DA LA TUA SOFFIATA... FELICE GIORNATA FRANCESCO

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0