accedi   |   crea nuovo account

Non voglio rimanere solo

C'era una volta un uomo
questa persona penzava di avere una vita splendida e di avere tutto sotto controllo.
Aveva una bottega meravigliosa in qui gli piaceva fare affari tutto il giorno,
aveva degli amici con cui si divertiva, e godeva di un enorme rispettabilita.
Si puo dire insomma che quella bottega era la sua vita..
Si sentiva un re la dentro
poteva fare tutto cio che desiderava e passarsi ogni sfizio.
Un giorno pero dei ladri gli rubarono tutto e lui fu costretto a chiudere.
La sua vita cambio drasticamente perche improvvisamente si ritrovo solo per la prima volta
non aveva piu niente e le persone per strada lo deridevano
quest'uomo cominciò ad aver paura e si scoraggio.
Un giorno mentre pingeva tre grandi maghi che avevano saputo della sua triste vicenda
gli fecero visita.
IL primo mago gli disse:
io ho il potere di farti ritornare al passato e riavere tutto
bada bene pero
qualcosa e cambiato per sempre.
L'uomo accetto subito l'offerta non curandosi delle stupide parole che il mago stava dicendo.
L'indomani si sveglio nella sua grandissima bottega
e felicissimo comincio a occuparsi degli affari,
si accorse pero che l'unica cosa che era cambiata adesso era lui stesso,
tutto era rimasto identico, gli affari, gli amici, i divertimenti
ma quest'uomo era cambiato, non riusciva piu a godersi queste cose come un tempo.
Non riusciva piu ad essere il re della sua bottega piuttosto aveva una paura strana che era rimasta e non riusciva a spiegarsi
si sentiva inspiegabilmente solo, e a disagio.
Nonostante tutto fosse ritornato com era il bottegaio ora odiava se stesso e le cose non andavano piu bene.
Si rivolse allora al secondo mago e questi gli disse io sono in grado di farti ritornare la persona che eri ma bada bene gli disse non sono in grado di farti rivivere le tue esperienze passate
l'uomo accetò subito inebriato
ora egli era diventato di nuovo spavaldo e spregiudicato
ma ben presto la sua persona fu trovata fuori luogo
ovunque andasse egli si comportva come se avesse una bottega
e i nuovi amici li trattava anche loro come fossero damerini
ben presto le persone cominciarono a credere che fosse pazzo
e gli amici si stufarono di sottostare al volere di una persona cosi prepotente
il nostro uomo si ritrovo di nuovo solo e adesso odiava la sua vita e rimpiangeva la bottega..

12

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0