accedi   |   crea nuovo account

L'incontro con l'amore

L'Incontro con l'amore

Marina era la classica donna dal temperamento sicuro e volitivo. Apparteneva a quella categoria di donne che amavano restare nubili, consapevole che il pianeta unomo era molto complesso per niente rassicurante, tanto che lei aveva scelto di rimanere single a vita, in quanto gli uomini inconsapvolmente, portano sofferenza e guai. La sua esperienza di vita sentimentale era stata quasi sempre negativa, non per il suo carattere, ma quasi sempre dovuto ai corteggiatori di turno, che la deludevano quasi sempre. Questo forse per quella cultura atavica, tramandata da generazione in generazione. IL" Potere"del maschilista che esercita sulle donne il dominio assoluto, coercitivo, tranne alcune eccezioni. Dall'altra parte, lei, continuava per la sua strada, senza rimpianti, perseguendo il suo progetto di vita:prima l'indipendenza economica, poi libertà, e frequentare pochi amici, ma fidati. Infatti, nel suo tempo libero, trascorreva serate piacevoli in compagnia dei suoi amici, ora per un invito al teatro, al cinema, oppure al ristorante, sempre attorniata dai suoi accompagnatori. La sua amica del cuore, Roberta, aveva pensato bene di rompere l'equilibrio di Marina, organizzando un serata a sorpresa. Era ritornato dall'estero un suo amico fraterno Davide, famoso medico, specilizzato in Cardiologia. Marina aveva avuto alcune informazioni da Roberta, sapeva che era un uomo di bella presenza, alto, interessante, insomma era un'occasione da non perdere. Intanto, Marina molto sensitiva, percepiva che questo fantomatico Davide, forse, era da conoscere, comunque andasse l'incontro, lei si aspettava nient'altro che una serta diversa. La sua era solo curiosità, visto che l'amica aveva caldeggiato l'incontro. Miriadi di pensieri frammentati, arrivavano alla mente confusi, per poi rivedere come in un film, immagini di un tempo passato da procurarle, ancora un certo fastidio, rabbia per alcuni "esemplari" dell fauna maschile. Solamente uno, aveva lasciato un segno indelbile nel cuore di Marina, l'unico, grande, incommensurabile amore per Daniele. Tale da rendere insignificanti tutti gli altri, davanti agli occhi di lei. Il ricordo di lui, l'accompagnava sempre, scaldandole il cuore. Marina, aveva una forte personalità, razionale, realista, ma con un risvolto setimentale, idealista, che si contrapponeva al suo doppio. E questa duplicità mentale, la faceva incorrere in qualche avventura negativa, per poi pentirsene. Ma si sa che la vita è mutevole, sempre ricca di imprevisti e Marina inconsciamente si sentiva attratta dalla percezione del nuovo, ricco di fascino e mistero. Ora, non poteva sottrarsi a questa nuova conoscenza voluta da Roberta. Ancora le risuonava nella testa il discorso ripetitivo che le faceva l'amica: " non essere la solita intransigente, vedrai sarai sorpresa positivamente-già vi vedo insieme, poi credo che avete in comune molte affinità , da rendere interessante la serata". Il pomeriggio trascorse piacevolmente tra shopping e parrucchiere, nel corso più popolato di Milano C/so Buenos Aires, dove una flotta di persone passeggiavano, godendosi gli ultimi raggi di sole settembrino. La serata si animò repentina, con l'arrivo di Davide, che aspettava puntualmente sotto casa. Con grande galanteria, le aprì la portiera della macchina fissandola intensamente negli occhi, le prese la mano languidamente per sfiorarla delicatamente. Questo breve contatto fu come una scossa... Marina, ne rimase turbata e nel contempo anche compiaciuta. Davide si presentava in tutta la sua prestanza fisica, atletico, con due occhi grigio-verde e un sorriso smagliante. per tutto il percorso in macchina, conversarono come se fossero stati vecchi amici, che si ritrovano dopo vari anni e vogliono annullare il tempo perduto per rinfocolare la vecchia amicizia. L'atmosfera che regnava era in grande sintonia con l'animo di Marina che ascoltava compiaciuta il suo interlocutore, che le parlava della sua specializzazione all'Università di Boston. (continua)

123

2
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 03/05/2015 09:07
    Molto bello, puntuale nelle descrizioni che pur nella dettagliata armonia dei luoghi fa emergere il sentimento e l'amore come colonna portante della vicenda. Brava davvero.
  • Rocco Michele LETTINI il 02/05/2015 12:44
    PIACEVOLMENTE SCORREVOLE ET... PREGNO DI VITA DAL TUO DILIGENTE ET ADORABILE RACCONTO... LIETO FINE SETTIMANA

3 commenti:

  • Stanislao Mounlisky il 07/05/2015 09:04
    Tra le tendenze delle donne c'è quella di fare la crocerossina: Marina, purtroppo per lei così prudente, s'infila con tutte le scarpe in una situazione che avrebbe dovuto evitare come la peste.
    Io qui non leggo amore (Daniele era un'altra cosa) ma la paura della solitudine con l'età che avanza...
  • Dora Forino il 03/05/2015 09:26
    un grazie corale a Antonia@Verbena@Rocco.
    Vi auguro una piacevole domenica!
  • antonina il 02/05/2015 14:40
    molto bello! nella vita bisogna avere la forza di affrontare ostacoli e difficoltà.. l'amore è anche questo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0