accedi   |   crea nuovo account

Prova creativa... Lei... sempre Lei

Lei ardeva di vita sulla pelle
Sotto pelle il sangue vivo ribolliva di attimi
Bramava di ricordi freschi dentro gli occhi e negli anfratti del cuore
Sulla bocca di rosa appassita un lucidalabbra per sentirsi bella... Ma non si scuciono di dosso le ferite dell'anima
Lei voleva solo vivere... Il sapore amarognolo degli anni passati le avevano ristretto gli occhi, ma le bastava uno sguardo attento per cogliere la bellezza del mondo
Non bastavano gli amici per farla felice, e neppure lo sciabordio delle onde del suo amato mare.
Eppure sapeva che ogni giorno è fine a se stesso, sapeva che la cosa più importante per Lei era la serenità che aveva trovato
Ma le rose delle giornate felici si sa, sono profumate, sono bellissime;ma sfioriscono sempre e finiscono in mezzo a pagine di vita dimenticate.
Lei, testarda, non si arrendeva a questa vita poco esaltante, non si arrendeva davanti alla consapevolezza di essere partecipe di una vita travestita...
Lei come tante altre Lei, sapeva di avere qualcosa di unico, ma ancora non riusciva a scovare la sua migliore qualità
Ma perché cercarla?... perché non accettare in noi anche la mediocrità, perché voler apparire sempre nell'aspetto più affascinante?...
"Perché sì"... Perché le Lei che hanno sofferto profondamente hanno ali di carta, cuori di piume, a volte di piombo, ma vogliono provarci, vogliono mettere la banalità sotto i piedi, vogliono il sole forte che brucia la pelle
Soprattutto non vogliono essere dimenticate... Le Lei come Lei hanno bisogno di emozioni, le Lei come Lei hanno bisogno di sognare :
"un cielo al Tramonto che ancora riesce a farti piangere, un bacio di ragazzi innamorati che strappa il cuore "... Le Lei come Lei sono...
UNICHE...

 

2
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 29/10/2015 09:37
    MI è GRADITO DARTI QUESTE INFORMAZIONI. SCUSAMI PER LO SPAZIO TUO USATO IMPROPRIAMENTE MA A BUON FINE.

    @ la clonata all'ennesima potenza ANNAMARIA MILAZZO.
    UN RACCONTO CHE RISPECCHIA LA TUA ANIMA NERA E LA TUA PERVERSA, INUTILE PRESENZA IN QUESTO SITO.

    - Amici cari,
    la "poetessa"...( ???) Annamaria Milazzo Ippolito ha bisogno di eruttare o di sgorgare la sua cloaca. La conoscete come MELANKOLI o L'INNOMINABILE, ma sapete tutto... Vuole fare la BONDGIRL... e s'impegna a spiare come drone vagante case, siti, account, e iscritti a PR.
    Ma voi non sapete che ha provocato la chiusura di POETIKA CON LA SUA PROSOPOPEA, CON LA SUA LECTIO MAGISTRALIS SULL'ARS POETICA, CON I SUOI GIUDIZI SUPPONENTI, CON LE SUE PSEUDOERUDITE DISSERTAZIONI CHE HANNO COSTRETTO LA POVERA ANNA*** A FARE DEBACLE PER SFINIMENTO... MA SAPEVA QUANTO ERA PERICOLOSA E AGGRESSIVA!
    È di conforto notare che viene ignorata ed evitata come la peste nera...
    RICORDATEVI CHE NELLA SUA LUNGA CARRIERA "POETICA" HA ASSUNTO UN'ENORMITA' DI NICK E POI ACCUSA GLI ALTRI...
    POETIKA HA CHIUSO A CAUSA SUA, A CAUSA SUA, A CAUSA SUA!!! E NON SOLO QUEL SITO...
    Un saluto, grazie.
  • antonio pascarella il 17/07/2015 17:13
    Il sapore amarognolo degli anni passati le avevano ristretto gli occhi, ma le bastava uno sguardo attento per cogliere la bellezza del mondo
  • Rocco Michele LETTINI il 17/07/2015 14:19
    Diligenti riflessioni. Il mio elogio per le tue fantastiche composizioni Karen.
  • Vincenzo Capitanucci il 17/07/2015 12:09
    non si arrendeva davanti alla consapevolezza di essere partecipe di una vita travestita... Perché le Lei che hanno sofferto profondamente hanno ali di carta, cuori di piume, a volte di piombo, ma vogliono provarci... Le Lei come Lei sono...
    UNICHE...

2 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 21/07/2015 09:51
    L'unicità la si ritrova in questa riflessione.
    Non accontentarsi della mediocrità ma cercare sempre il meglio, anche se si soffre, se può far male. La apprezzo molto.
  • Stanislao Mounlisky il 17/07/2015 15:36
    Perché le Lei che hanno sofferto profondamente hanno ali di carta, cuori di piume, a volte di piombo, ma vogliono provarci, vogliono mettere la banalità sotto i piedi, vogliono il sole forte che brucia la pelle
    Soprattutto non vogliono essere dimenticate...
    Le Lei come Lei sono...
    UNICHE...

    E oggi protagoniste assolute...

    Accidenti che donna!



    Ultime opere pubblicate
    • Prova creativa... Lei... sempre Lei di karen tognini
    • Somiglio a mio padre di karen tognini
    • La notte di karen tognini
    • La vita poi di karen tognini
    • Tempo e Sogni di karen tognini
    • Semplice di sole di karen tognini
    • L'anima mia di karen tognini
    • Timida la luce di karen tognini
    • E tu che mi baci da sempre di karen tognini
    • La vita é una pantomima di karen tognini

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0