accedi   |   crea nuovo account

Anime schiave della terra

Nelle opere sul piano astrale, specialmente se di antichi autori, si trovano molti riferimenti alle cosiddette anime schiave della terra.

Di regola l'espressione riguarda quell'ordine inferiore di anime che rifiutano di sollevare lo sguardo mentale al di sopra delle cose e delle scene della vita terrena e si aggirano intorno all'antico teatro della loro vita poiché qui trovano l'unico piacere che la loro bassa condizione consente.

Ma in questo esame non dobbiamo trascurare un più elevato ordine di anime che sfortunatamente sono tarde nel rompere i legami terreni e si tengono strette ai superstiti.

Consideriamo per un momento quest'ultima categoria.

Accade a volte che un'anima naturalmente idonea alla vita normale sui più elevati piani astrali sia così attaccata alle cose della terra, che dopo il risveglio dal letargo rifiuti inizialmente di partecipare alla normale esistenza astrale e, viceversa, si affanni intorno agli affari terreni che avrebbe dovuto abbandonare dietro di sé.

Questa penosa condizione è originata generalmente da sentimenti di doveri incompiuti, di rimorsi o di ansietà o di vendetta, o è la ricerca di giustizia per le cose terrene lasciate.
Circa il benessere di persone amate l'anima rimane sulla terra, in una condizione astrale.

In simili casi l'anima si aggira effettivamente intorno alle persone o ai luogo cui è interessata e con il concorso di straordinarie condizioni fisiche si può rendere visibile ai sensi delle persone terrene.

Appartengono a questa categoria le povere anime afflitte che vagano sulla scena dei loro misfatti terreni, spinte dal rimorso a tentare di distruggerne o attenuarne le conseguenze.

Queste infelici anime non sono, naturalmente, completamente sveglie sul piano astrale né sul piano della vita terrena.

Agiscono piuttosto come sonnambuli, non riuscendo a partecipare del normale corso né dell'una né dell'altra vita.

Affini a queste sono le anime preoccupate e tormentate dal pensiero di qualche dovere o compito rimasto incompiuto, specialmente quando queste ricercano la giustizia, sono in una condizione di sonnambulismo si aggirano intorno ai luoghi della precedente vita, tentando nebulosamente di potere intervenire nelle cose conosciute.

Una terza categoria è composta da poche anime così attaccate personalmente a quelle rimaste sulla terra da cercarle continuamente, sforzandosi inutilmente di intervenire nel mondo reale.

12345

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 15/08/2015 07:15
    Peraltro, anche senza tali consigli, l'attrazione delle più alte sfere finisce per prevalere con il tempo, e l'anima sale a raggiungere la propria vera sede nell'astrale. ... molto bello Breus...

    ****
    Ad ognuno la sua nube
    ed
    è quella che in ciel lo porta

    (Una variante si materializza nel momento in cui noi ci sintonizziamo con la vibrazione ad essa corrispondente.
    Scegli la variante dove percepisci felicità nell'anima ed un accordo tra cuore e ragione. ... Vadim Zeland..)

1 commenti:

  • Breus il 15/08/2015 09:06
    Tante cose sono ancora sconosciute, oppure tante cose sono conosciute e con le generazioni dimenticate. Andare e tornare delle conoscenze umane, come il mare tra flussi e riflussi. Non si capisce ancora il perché. Grazie del commento caro amico. Spero che la lettura non ti abbia annoiato

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0