accedi   |   crea nuovo account

Maledictus

Tempi bui questi. La crisi che dicevi essere economica, altro non era che povertà del tuo spirito.
E allora ben vengano gli stolti e i provinciali, ad innaffiare il tuo orticello di menzogne, che io non so che farmene degli ogm. Avanzino pure le puttane e le signore, che tolti gli abiti, l'unica differenza è nel profumo.
A furia d'esser vuoto sei diventato il nulla.
Mi precedano quindi le strade lastricate e nei momenti di abbandono non un suono ricordi la tua presenza.
Questo è il giorno in cui ti maledico e la stessa mi colpisca se giuro il falso!

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 01/09/2015 20:10
    Condiviso e molto apprezzato.
  • Rocco Michele LETTINI il 22/08/2015 11:45
    Il tuo diligente osservare è chiara espressività. Scorso con interesse. Lieto weekend Denise.
  • Vincenzo Capitanucci il 22/08/2015 11:04
    La crisi che dicevi essere economica, altro non è che la povertà del tuo spirito. ... ecco su questo concorso al 1000 x 1000.. miseria di luce..

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0