PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sul mare alle otto, una mattina di settembre

C'è un uomo barbuto che sta pescando con la canna, un ragazzo più giovane, un uomo biondo e una coppia di anziani che ha piantato l'ombrellone, aperto le sdraio e posato un piccolo zainetto.
A un certo punto il ragazzo giovane è chiamato dall'uomo barbuto con la canna perché ha preso qualcosa di grosso. I due cominciano a lottare col pesce mentre gli anziani incuriositi si alzano e lentamente gli raggiungono.
Arrivati dai due con la canna, questi ultimi la lasciano immediatamente e corrono all'ombrellone degli anziani derubandoli del portafoglio e dello zainetto, salendo rapidamente sullo scooter che avevano lasciato sul bordo della strada. L'uomo biondo commenta: "Ci cascano sempre!"

 

l'autore Glauco Ballantini ha riportato queste note sull'opera

Racconti in centodieci parole. Racconto lampo.


2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 09/09/2015 08:00
    Quante storie così al mare e non solo ... bello.. Glauco.. Ci cascano sempre.. per vedere qualcosa di grosso.. o di invisibile..

1 commenti:

  • Glauco Ballantini il 09/09/2015 08:08
    @ Vincenzo: l'ho mantenuto brevissimo per farne una sorta di racconto in 5 righe come fa Giacomo Colosio. Glielo ho anche fatto leggere prima di pubblicarlo col marchio "racconto lampo". Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0