PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pensieri di un uomo che voleva fuggire dalla guerra

Ah, orrore! Sconforto, disperazione, rabbia! Non trovo, in questa Germania povera, desolata, piena di terroristi e traditori, nemmeno un campo aperto per far sopravvivere la mia gente, per scampare agli agguati. Questo schifosissimo autunno, umidità, pioggia, e il cibo scarseggia per donne e bambini... Sono inchiodato qui, minacciato da un'orda di incivili, di caproni, di assassini, in questa terra che non vale niente chiamata Germania.
Voglio tornare in Siria, nella civiltà. Tra i profumi, l'oro e le conversazioni piacevoli. A marzo i ciliegi in fiore, la musica nei cortili, la seta che accarezza la pelle delle donne.
Se riesco a salvarmi, mi metto in cammino e porto tutta la mia gente in Siria, dove troveranno prosperità e civiltà. Molti di loro nemmeno immaginano quanto sia bella la Siria... io la conosco bene.
Ma non ce la faremo, moriremo qui.

(Di questo genere, se non proprio questi, dovevano essere i pensieri di Publio Quintilio Varo, già governatore romano della Siria e trasferito, malauguratamente, in Germania).

Selva di Teutoburgo, Germania, anno 758 dalla fondazione di Roma

 

1
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 18/12/2015 15:59
    Schietto come il vino novello, complimenti vivissimi!
  • Vincenzo Capitanucci il 11/09/2015 07:45
    bellissimo Nicola... ci fai vivere quegli attimi terribili.. e non a caso parli di Siria.. come se il fronte si fosse rovesciato... Ora la Germania di allora è diventato il mondo intero.. e l'uomo cerca ancora di fuggire alla guerra.. lasciando cadaveri di bambini sulle spiagge... e son passato qualche miliardo di anni.. dall'esplosione del Big Bang..
    ...
    Bellissimo questo Tuo parlare.. Nicola... suggerendo le cose..
  • Antonio d'Abbieri il 11/09/2015 06:32
    Bellissima riflessione. Se non ricordo male vi morirono orribilmente in trentamila e il corso della civiltà si fermò per oltre mille anni. Allora terra di morte, ora di salvezza sperata, tra mille anni sarà forse la Siria metà degli europei migranti?

2 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 30/11/2015 13:06
    Comprendo il tuo stato d'animo e il tuo profondo pensiero, espresso così bene in così poco spazio. Ti sono anche grato per avermi spinto a rivedere quella storia studiata circa 60 anni fa -così malvolentieri, in verità- e che oggi tanto mi affascina.
  • Giuseppe ABBAMONTE il 12/09/2015 18:34
    Semplicemente geniale.
    Chissà cosa penseresti tu se venissi trasferito in Germania...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0