username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

la desolazione

quando vidi quel deserto rosso, la malinconia mi entrò nell'anima squarciò il mio cuore già sanguinante quel deserto rosso era dentro di me, e non se ne andrà mai più. il vento si sollevò camminavo sola cn i miei tarli era gia marzo un marzo arido e tempestoso era il 20097anno solare l'umanità nel 20095 ha scatenato una tremenda guerra i pochi superstiti rimasti in questo arido deserto sono ormai privi di ogni sogno io non so perchè continuo a vivere ma forse si che lo so mi tengono in vita i ricordi della mia giovinezza, quando ero giovane facevo parte di un gruppo che aveva dato all'umanità l'indicazione della via da seguire per abbatere il sistema della globalizzazione e del capitalismo ma tranne pichi eletti nessuno ci ha dato ascolto!! ci hanno presi per pazzi mentre i pazzi erano loro che si ostinavano a sostenere il sistema! il mio gruppo i critical mass predicavano l'uso della bici che dal sistema era definita un mezzo obsoleto usando la bici tutti e per tutti intendo l'intera umanità non vi sarebbero state più guerre per il petrolio e non vi sarebbe stato più inquinamento, nel 20095 finito tutto il petrolio delle zone orientali gli occidentali anno attaccato anche noi italiani e il resto dell'unione cn la classica accusa di conplotto cn il terrorismo adesso nel 20097 siamo in pochi perche non tutti sono entrati nei boucher attorno a me dove prima sorgeva una splendida città di nome catanis vi e il deserto più arido che io abbia mai visto il mio bambino nato da poco non so se virà cosi a lungo da sapere cosa sia un un lago o un mare perche le potentissime armi anno distrutto e prosciugato ogni cosa ma il mio cure straziato dal tormento che e un po in tutti gli umani del 20097 nn ha limite e si acuisce ogni giorno perchè e stato scoperto un altro pianeta simile alla terra dove ci stanno deportando e mi chiedo ora che gli occidentali dominano il mondo l'italia ha firmato l'armistizio senza condizioni questo nuovo pianeta farà la stessa fine della terra?? o gli umani superstiti hanno imparato dai loro errori? ma se la vita e i miei studi storici mi anno insegnato una cosa e che la storia e ciclica e che il lupo perde il pelo ma il vizio mai! inoltre hanno vinto i capitalisti!!!! la mia ultima speranza ora e riposta in quel regno dei cieli tanto predicato dai religiosi perche la speranza della mia giovinezza cioe di far capire che la bici ci salverebbe tutti e omai morta. per scampare all'autodistruzione dell'umanità consiglio a chi legge questo flaschbak riguardante il futuro di nn unirsi ai capitalisti di non essere complice dell'omicidio della razza umana ma di usare la bici almeno non sarà complice anche se l'umanità e destinata all'autodistruzione perche e malata malata d'auto e di petrolio!!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Simone Fiume il 07/08/2009 23:22
    Credo che ci sia qualche errore di scrittura e di punteggiatura ma condivido il tuo messaggio... Anche se sono completamente negato a girare in bici
  • Luca Vincenzo Simbari il 05/05/2007 16:15
    Il tuo racconto mi è piaciuto davvero tanto, complimenti!
  • Riccardo Brumana il 05/05/2007 12:56
    bello, mi piace intendere la "bici" come filosofia di vita, il non inquinare e utilizzare risorse rinnovabili. mi piace anche pensare che tu sia venuta da quel tempo per metterci in guardia su questo possibile futuro ben venuta nel sito