accedi   |   crea nuovo account

Il Gaucho di Bobbio

Non conoscevo Manolo Bellocchio, un ragazzo argentino, nato da genitori italiani che avevano fatto il percorso canonico degli emigranti. Aveva conservato la doppia cittadinanza.
Lo chiamarono alle armi in Argentina, come tutti quelli nella sua condizione, per "dare un aiuto alla sua terra".
"Gli avevano dato le mostrine e le stelle e il consiglio di vendere cara la pelle", ma Manolo cadde in battaglia nell'inferno della guerra delle Malvine, ventenne.
Il consolato trasmise al distretto di Piacenza la documentazione riguardante la sua triste vicenda conclusa in modo così repentino.
La dicitura sul verbale per esonerarlo dal servizio in Italia fu quasi comica: arruolato e dispensato, perché deceduto.
Lo conobbi così.

 

l'autore Glauco Ballantini ha riportato queste note sull'opera

Racconto in 110 parole.


2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 23/09/2015 05:57
    so cosa vuol dire una doppia cittadinanza.. e una doppia chiamata alle armi.. e per sfuggire ad entrambe il prezzo fu caro... tipo... arruolato e dispensato, perché deceduto... o quasi a 20 anni ero perito... agrario...

1 commenti:

  • Ellebi il 23/09/2015 01:06
    Non quasi comica, lo è del tutto, e beffarda anche. Ottimo il breve brano. Un saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0