accedi   |   crea nuovo account

Sogno di una notte di mezza estate...

È una calda sera d'esate quella appena passata, e come ogni sera d'estate decido di uscire per bere un bicchiere con gli amici del bar di sotto, due chiacchere sull'Inter e su Manuela Arcuri, poi qualche partita a Castello e a casa.
Metto addosso i soliti jeans rotti, la solita maglietta dei Ramones e scendo. Entro al bar e vedo già i miei amici, c'è il Gringo che mi saluta e mi chiede come va. E poi c'è Marcone che mi offre subito una birra. C'è qualcosa che non va però in quest'atmosfera, come se provassi quella sensazione che si può dire solo in francese, un Dejà vù. Mi accomodo sul mio sgabello, e come al solito ci mettiamoa parlare di calcio e di belle donne, come ogni uomo di questo pianeta farebbe.
Poi entra lei, bella, mora e con uno sguardo che ti ipnotizza. C'era assolutamente qualcosa che non andava, perchè mi alzai e mi avvicinai a lei, i miei amici mi guardavano sbigottiti, io nn avrei mai fatto una cosa simile.
Ci presentammo e parlammo per tutta sera, poi lei mi propose di fare un giro in spiaggia. Dentro me dicevo: "No, sono troppo fortunato stasera. Qua deve succedere qualcosa di strano!" Comunque incantato da Monica la seguii in spiaggia, la luna splendeva, c'era una brezza leggera, insomma proprio una situazione da Bacio! e infatti lei si protende verso di me, allora anche io faccio lo stesso, ma quando mi aspetto di sentire le sue labbra sulle mie. sento invece due punture sul collo. Apro gli occhi e mi scanso, e vedo lei con la bocca sporca di sangue, mi tocco il collo e le dico " ma che fai?", lei mi risponde con un sorriso, è la prima volta che ride, e vedo i suoi canini " Io Ti ho scelto, e ora tu sei mio!". Sono inorridito, ma dentro me comincio a sentire una sensazione strana, forte. Sento il cuore battere più forte. Lei si avvicina per mordermi ancora. La lascio fare. Più mi succhia il sangue più io mi sento forte e vivo. Lei ha finito, si pulisce la bocca e mi da un bacio, uno vero, sulla bocca. Si sdraia accanto a me. Io chiudo gli occhi. "Anche io ti ho scelto, Ora anche tu sei mia" mi giro e la mordo di rimando. Lei mi lascia fare.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • VALENTINA QUAIROLI il 17/05/2007 17:19
    Amore carnale... anche i vampiri ne hanno bisogno, e quale miglior modo di farlo se non esplorare l'arcano sapore del sangue di un non vampiro... e poi congiungersi nel gelo delle tenebre...
  • Luigi Lucantoni il 11/05/2007 22:05
    Intrigante, mi pare una metafora gotica di qualcosa che non riesco ad afferrare.
    Se esistesse il genere nel sito sarebbe quasi un racconto eroitco.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0