accedi   |   crea nuovo account

La Sete del Professore

La "sete" del Professore era il surf e per placarla si era organizzato dopo l'orario di lavoro.
La sfortuna aveva voluto che proprio l'ultima ora del giovedì fosse al settimo piano dell'edificio che ospitava il Liceo Sperimentale "Dino Buzzati".
Sette piani e diciotto rampe di scale che si frapponevano alla conquista dell'uscita.
Avrebbe perso quasi mezzora di tempo contando che, la sua, sarebbe stata l'ultima classe a uscire. Il traffico di motorini e biciclette, avrebbe reso vano il posizionamento dell'auto vicino alla scuola, visto che sarebbe risultata irrimediabilmente imbottigliata.

L'ultima ora, in realtà, era di cinquanta minuti. La campanella suonava alle dodici e quindici per tornare a suonare alle tredici e cinque e lui arrivava solitamente con una decina di minuti di ritardo.
La sua lezione consisteva in una lettura che faceva fare del libro "Psicologia Sociale" del professor Solomon E. Asch. Faceva leggere un brano ad uno studente, poi chiedeva a tutti:
"Avete capito?"
Se non c'erano repliche o dinieghi faceva procedere con la lettura, altrimenti faceva la parafrasi del paragrafo.
Il tutto durava una mezzoretta, durante la quale ogni manciata di minuti controllava l'orologio; poi scattava il piano.
Ore dodici e cinquantacinque:
"Allora, piano piano prendete i libri e prepariamoci ad uscire." Diceva con fare complice.
Ore tredici in punto:
"Ora scendiamo in silenzio."
La discesa avveniva silenziosamente fino alla porta della scuola, dove aspettava il suono della campanella.
Dopo la trepidante attesa, infine, la liberazione. Finalmente poteva salire sulla sua Escort verde sormontata dal surf e dirigersi alla spiaggia dei Tre Ponti.

Quando fu il momento di scegliere il membro interno per l'esame di maturità della classe fu inflessibile:
"Non vi azzardate a chiederlo a me! Non vengo a fare una figuraccia per voi!"

Fu deciso e "cristallino!"

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 08/10/2015 11:04
    Ora è peggio di allora, condiviso ed apprezzato questo tuo saggio osservare.

2 commenti:

  • Glauco Ballantini il 05/01/2016 22:54
    Maurice Barres, ricevendo un giorno un giovane scrittore che desiderava spiegargli le sue idee gli disse: Capisco bene le vostre idee, ma la vostra sete?" Cioè il vostro desiderio profondo, il vostro slancio affettivo di cui le vostre idee non sono che la traduzione intellettuale -
  • Glauco Ballantini il 08/10/2015 13:34
    Due citazioni: Il liceo "Dino Buzzati" è accordato con i Sette piani, che è un racconto di Buzzati.
    "Cristallino" è la battuta finale di Jack Nicholson in codice d'onore riferito al fatto che si sia capito bene un suo ordine.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0