username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Invano

Quella sera lo chiamarono in molti, ma non venne. Lo chiamarono anche durante il pomeriggio ma meno; pensavano di poter fare da soli.
Quando scese la notte tutti capirono che diventava difficile, poi piano piano impossibile.

Atti di volontà e improvvisazione nel giugno feroce che accalorava la terra, che non si placò neanche a sera.
Molti uomini si affannavano ma non tenevano conto di tutti i fattori che ostavano alla soluzione positiva dell'impresa.
Eroici minatori, tentativi andati a vuoto, e più diventava difficile, più si cercavano atti eroici.

Fu chiamato, ma non intervenne.
"Non nominare il nome di Dio invano".
La notte di Vermicino lo implorammo in tanti, ma invano.


Centodieci drammatico

 

2
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 16/10/2015 11:21
    Dio lo chiamò a sé, a miglior vita di certo. Ora da lassù guarda e sorride, avendogli spuntate le piccole ali. Comunque bravissimo!
  • Vincenzo Capitanucci il 16/10/2015 10:00
    fu fatto tutto il possibile... ma fu tutto invano.. può lasciare Dio morire un bambino di 6 anni.. sicuramente c'è da rivedere la nostra concezione di Dio..

4 commenti:

  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 19/10/2015 13:04
    Lo ricordo bene... vedevo la tv... Povera stella.
    ironia della sorte, mi sembra lo scorso anno, anche il fratello è morto, per un incidente.
    una famiglia disgraziata.
  • Ugo Mastrogiovanni il 17/10/2015 09:50
    Un ricordo struggente, rimasi davanti alla TV fino al mattino!
  • Glauco Ballantini il 16/10/2015 09:54
    È la storia di Alfredino Rampi, un bambino caduto in un pozzo artesiano nei pressi di Roma, a Vermicino, nel giugno 1981. Approssimazione, inefficienza e confusione non permisero di salvarlo. Tentativi dei più vari mossi da slancio ma non efficienti. La Protezione Civile non c'era, nacque su stimolo di Sandro Pertini a seguito di quella vicenda.
  • Glauco Ballantini il 16/10/2015 09:53
    È la storia di Arfredino Rampi, un bambino caduto in un pozzo artesiano nei pressi di Roma, a Vermicino, nel giugno 1981. Approssimazione, inefficienza e confusione non permisero di salvarlo. Tentativi dei più vari mossi da slancio ma non efficienti. La Protezione Civile non c'era, nacque su stimolo di Sandro Pertini a seguito di quella vicenda.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0