accedi   |   crea nuovo account

Dalmasso, da Cuneo

Adalberto, funzionario sabaudo, non aveva mai visto quell'oggetto; lo guardò bene ma proprio non capiva neanche a cosa potesse servire.
Provò a chiedere anche ad altri colleghi impegnati nel censire gli oggetti della reggia, ma anche loro non sapevano cosa scrivere per classificare quella "cosa".
La forma tondeggiante e quelle strane zampette lo classificavano come un contenitore, ma di cosa? Cosa c'era che potesse giustificare quella forma allungata, quale oggetto poteva contenere?
Alla fine, non sapendo di cosa si trattasse né a cosa servisse, in accordo con i colleghi, lo catalogò come "oggetto per uso sconosciuto a forma di chitarra".
Il conquistatore piemontese conobbe, nella reggia di Caserta, il "bidet".


Centodieci storico

 

3
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 03/11/2015 06:24
    SIMPATICO ED ELOGIABILE RACCONTO. LIETA GIORNATA GLAUCO.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0