accedi   |   crea nuovo account

Spettacolo serale

Doriano era il giovane scavezzacollo di paese; aveva una "850 sport" rossa con la quale rompeva il silenzio dei secolari castagni.
Era preceduto dal suono delle trombe della sua auto - i clacson al tempo erano molto asfittici - che lo annunciavano fin da qualche curva prima della piccola discesa che portava alla piazzetta. Arrivava a tutta velocità facendo stridere freni e gomme, lasciandone i segni sulla terra della curva a gomito che immetteva nella piccola strada che portava a casa sua.
Era l'attrazione della sera.
Lo aspettavamo sulle panchine "come a Riccione aspettano i turisti", una sorta di Lou Castel d'Appennino che si dileguava in una nuvola di polvere e sassi.



Centodieci d'Appennino

 

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 18/12/2015 15:56
    Veramente molto piaciuto ed apprezzato questo tuo fantastico!
  • Vincenzo Capitanucci il 07/11/2015 15:00
    in un altro paese avrebbe rotto i marroni... bello... l'850 sport... una piccola ferrari di cartapesta..
  • Rocco Michele LETTINI il 07/11/2015 10:21
    Eccezionale come sempre Glauco... Il mio augurio di un lieto weekend...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0