username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il mestiere di padre (ultima parte)

Dopo tante fatali coincidenze, non ultima quella che mi proiettò da S. Anastasia (paese conosciuto per il santuario della Madonna dell'Arco) a Gragnano (paese famoso per la pasta e il vino, alimenti sacri della vita) a fare il medico di famiglia, adesso sono diventato pure un esaltato se ho visto strani segnali di sole e stelle dall'alto (moto solare diurno ed aureola stellare notturna) che mi riportano addirittura ad "Amor che move il sole e l'altre stelle".
Ma intanto, dopo la commedia di Dante, e nonostante l'arca di Noè, le leggi di Mosè e la parola dello stesso Redentore, siamo ancora alle prese con l'odio di terroristi invasati da Satana e alle polemiche scolastiche sull'integrazione delle religioni che vanno accomunate su quella dell'amore e del rispetto reciproco anche per le proprie sacrosante tradizioni culturali, a partire dal crocefisso e dai canti di natale, patrimonio genetico dell'Italia dei Santi, delle Madonne e dei Grandi con Dante nella veste di padre nostro terreno:

Vergine Madre, figlia del tuo Figlio,
umile e alta più che creatura,
termine fisso d'etterno consiglio,

tu se' colei che l'umana natura
nobilitasti sì, che 'l suo Fattore
non disdegnò di farsi sua fattura.

Ed è in virtù di tanto che l'Italia, emergenza profughi a parte, diventerà la novella arca di Noè per traghettare il mondo nell'era dell'amore, della luce e della pace:

L'INNO ALLA PACE

Con variegati innesti alla luce,
sole imperante di giorno
e miriade di stelle la notte,
risplenderà la fioritura
di variopinte gemme
in una vasta gamma di colori.
Da questi profumati germogli
verranno alla luce dolci frutti,
prelibatezze di ogni stagione,
generati dal vero amore
nella sua splendida veste di luce.
È proprio questo il momento
con il risveglio delle anime
di prendere finalmente coscienza
che siamo tutti fratelli
su questa benedetta terra
con l'unica certezza,
nonché luminosa speranza,
che Dio esiste.
È questo il mio sogno ispirato

12

1
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • sara meneghello il 24/12/2015 09:08
    MAGISTRALE DAVVERO! QUESTA FORMA, IN CUI L'HAI SCRITTA POI,è MERAVIGLIOSA! AUGURI DI UN SERENO E FELICE NATALE
  • Rocco Michele LETTINI il 23/12/2015 16:17
    Felice Natale in famiglia... ringraziandoti degli straordinari insegnamenti che ci trasmetti... attraverso i tuoi magistrali costrutti... sempre graditi da parte mia.
  • Vincenzo Capitanucci il 23/12/2015 06:42
    una disciplina solare.. atta.. a far risorgere quel sole innato in noi.. oh Bea lux... riportaci a quel paradiso che per un attimo si è offuscato in noi.. Buon Natale.. Francesco..

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 23/12/2015 19:22
    profondo racconto, complimenti auguri
  • Francesco Andrea Maiello il 23/12/2015 06:01
    Auguri di Buon Natale alla luce delle nostre sacrosante tradizioni culturali a partire dal presepe e dai canti natalizi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0