accedi   |   crea nuovo account

Lectio Magistralis

Quel giorno a Pisa diluviava e il professore giunto all'Università zuppo da capo a piedi, intravide nell'aula un insolito affollamento.
Il Marini salì rapido in cattedra a testa bassa: nell'aula buia, solitamente udiva solo il rumore delle penne frettolose degli studenti.

Il Vannini, in ritardo e gocciolante, entrò timoroso volgendo in giro lo sguardo stupito. Una ventina di giacconi, formavano quel giorno tutto l'uditorio del professore.
Dall'aula vicina usciva una torma di studenti, sicuramente i proprietari di quegli indumenti. Vannini richiuse la porta piantandosi davanti, ma gli studenti, fattisi silenziosi, vollero che l'uscio restasse aperto, per godersi i poveri giacconi gocciolanti che ascoltavano immobili, la formidabile lezione del professor Marini.

Centodieci universitario

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 28/01/2016 08:54
    UNA PIACEVOLE SEQUELA FORGIATA CON STILE. LIETA GIORNATA GLAUCO.

2 commenti:

  • Chira il 22/02/2016 09:49
    ... e per te sempre centodieci e lode!
    Chiara
  • Vincenzo Capitanucci il 28/01/2016 13:45
    giorno di pioggia.. piaciuto molto.. gocciolanti che ascoltavano immobili..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0