PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il caro ed amato Jack

" La mail e l'incontro ".

Cari amici lettori, superiamo i problemi di Jack, che ovviamente non è riuscito a creare un video sull'amore per le parole, è notevole il fine che lentamente ha fatto delle parole il ritratto della vita contemporanea, l'Italia non sembra amare le parole, soprattutto quelle americane, forse si salvano i discorsi sull'amore. Ora sa che sono i maestri della scrittura che preparano il suo uditorio, decide di segnalare in America che ci vogliono una serie di " lezioni ", cercando numerosi allievi che vogliano scrivere. Subito arriva nel suo computer un mail a firma di un direttore editoriale italiano, apre la posta, portata a sua conoscenza, con mezzi idonei diciamo, è girata dalla sua " ex " fidanzata. Apre e legge : esprimo in questo momento un voto di sfiducia verso la parola americana, che lei, aggiunge, potrebbe aiutare a chiarirmi, le propongo un incontro. Dopo avere letto il nome, si firma Andrea Giornati, Jack decide di rispondergli dando una certa importanza alla mail, la ringrazio Dottor Giornati, leggo tra l'altro nella mail che lei mi propone una visita alla sua rivista, ho deciso di accettare il suo invito certo che dal confronto, nascano della parole per noi, per voi, di maggiore qualità.
In America manda un messaggio ove spiega che la conoscenza della cultura italiana si approfondisce. Non sono più i tempi di George Orwell con la sua spietata, lucida, satira anticomunista, gli rispondono, quindi fai conoscere il nostro modo di comunicare. Gli ricordano il budget da rispettare, come anche che l'editore ci deve rendere più liberi nell'usare un linguaggio sui media, Jack, risponde che comprende di svolgere delle attività che sono pubbliche relazioni, sulla tastiera ha già digitato il massimo della cortesia verso l'editore, è stato molto veloce nel rispondere.
Poco dopo arriva un nuovo messaggio di Giornati : Jack- scrive- la invito per comprendere cosa oggi sia vietato, concesso, dal punto di vista internazionale, ad un direttore di rivista.
Dopo la mail concordano, già molto condividono, di incontrarsi, non tanto per un problema che riguarda la cultura, i giovani, la scuola, quanto per confrontarsi per un gergo specifico che porti ad una buona pubblicazione.





" Gli affari di Jack ".
Dopo la stimolante sfida, sul suo indirizzo mail, Jack arriva nel quartiere di Roma, è il Parioli, ove ha sede in un bellissimo palazzo, abbastanza nuovo, la rivista " Lo sguardo ", quella che dirige Giornati, diciamo più che dirige, lui è l'editore. Il cuoco si avvicina lentamente all'ingresso, i suoi movimenti sono quelli " flemmatici ", non sa che incontra il creatore di un progetto editoriale, che tutti amano nel suo " ufficio ", una dura prova, non sa che gli chiederanno di scrivere in lode a questo progetto, non solo come forma di pubblicità. A Jack, vale la pena farlo sapere, Giornati è piaciuto, nella mail si intende, ora deve incontrarlo di persona, sul suo posto di lavoro, parlandoci, ascoltando le sue parole, sia quelle che intende, sia quelle che sono aliene al cuoco, che di certo non conosce molti personaggi della rivista di Giornati.

1234567891011121314

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0