PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il nuovo viaggio di Jack

Tra gli alberi

Jack riceve comunicazione dopo avere chiuso il suo percorso di studio, è diventato un Professore di letteratura, con tanto di laurea. Deve recarsi dal rettore.
Ciao Jack- è l'esordio del chiarissimo - entri pure.
Jack sorride e poi dopo essere entrato dice : Grazie per la cortesia.
Bene Jack- parte il docente- siamo dopo la laurea arrivati al tuo percorso di insegnamento, vediamo un po', devi prima rispondere a delle domande che come sempre vengono dall'Italia, qui c'è una richiesta per te di un alto prelato italiano.
Dice - continua il Rettore - in poche parole che molti sono arrivati alla Chiesa per non farti insegnare, che per loro la Chiesa Cattolica tu non dovresti insegnare, non hanno nessuna proposta per te. Di certo qui all'Università, continua, questa non è una buona referenza. Andiamo avanti- dice sorridendo- c'è qui quello meno cortese nei tuoi confronti, non penso vi conosciate, è un famoso primario italiano che dice che viaggiare come hai fatto tu in Italia vuole dire essere malato, non solo su di te " vegliano " per lui delle brave ragazze, molto interessate alla tua salute. Va bene- sorride ancora- anche queste non sono delle buone raccomandazioni.
Jack, a dire il vero molto nervoso, dice subito, anche con una certa rabbia, queste non sono delle idee molto promettenti che si è fatta la gente che ha passato tempo con me nel corso dei miei studi, di certo non siamo stati bene insieme, per me queste osservazioni non hanno nessun significato.
Mah! - esce dalla bocca del Rettore - sono un po' perplesso non è certo la scuola che me lo chiede caro Jack, comunque per comprendere meglio il tuo incarico di docente qui, andrai a parlare in Inghilterra con il massimo esperto di Sheakespeare, devi averlo capito, conclude, che è lui chi studia il poeta inglese che ti vuole " Professore ".
Jack ha fatto i bagagli, parte ancora, se ne va Londra, dove conoscerà un grande studioso, che spesso si sente in giro, un certo Firth Cheen, una penna in guerra con il mondo.
Arrivato a Londra, dopo un viaggio tranquillo, pensava di essere stato a Roma, Mosca, ora gli tocca il mondo inglese.
Sarai stanco - sente subito al telefono come saluto di Firth- comunque ti invito a casa mia ecco l'indirizzo, gli arriva subito un messaggio sul telefonino, possiamo salutarci e parlare, facciamo in fretta, continua la voce al telefono, speriamo tu capisca cosa vuol dire " facciamo presto che è tardi ".
Entrato a casa di Cheen viene accolto dallo scrittore sotto un albero in giardino, sorrisi, saluti, riferimenti subito dotti al poeta Willy.
Dopo due ore di chiacchiere sotto l'albero, è arrivato il pomeriggio, si decide di passare sotto un altro albero, si parla ancora, tanto che all'ora di cena si accendono le luci, si cambia albero ancora, si continua a parlare, arriva la notte.
Cheen saluta il Professor Jack, ora bisogna chiamarlo così l'ex cuoco, con una certa stima. Sai- dice il critico- sei molto bene istruito, un vero Professore, io ti consiglio un viaggio in Sud Africa, Australia, ove sapranno apprezzare i tuoi studi.
Jack torna a New York, parla con il Rettore, che gli dice che le referenze di Firth Cheen sono per te ottime, quindi insegnerai letterature inglese per noi in due corsi di poche settimane in Sud Africa ed Australia.
Farai lezione- conclude il Rettore - sulla storia di un libro interamente rovinato e recuperato. Mentre Jack esce aggiunge : Ricordi di scegliere il nome di donna più bello che incontra, il cuoco è sempre più sorpreso di essere un docente, non solo faccia delle foto di donne, dei ritratti con dei pittori, mentre fa il corso, scriva un libro con i suoi studenti, solo così, conclude il Rettore, potremmo sapere chi non la vuole docente.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0