PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A spasso con Marylin

<Come farli smettere, Vincent? Stanno diventando sempre più aggressivi, vorrei solo un po' di pace e così sia.>


Norma Jean camminava sulla Walk of fame attaccata al mio braccio, zoppicando vistosamente. Sotto di noi sfilavano le impronte di Shirley Temple, Humprey Bogart, Tom Cruise...


<Potresti venire con me in Sicilia, non è come la California, ma laggiù almeno saresti lontana dalla follia, chissà... magari ti farebbebe bene respirare l'aria del Mediterraneo.>


Katherine Hepburn, Greta Garbo, James Stewart...


<La tua Sicilia mi sembra un posto dimenticato da Dio e dagli uomini, baby, mi fa pensare solo alla mafia e a donne sottomesse vestite di nero.>


Jerry Lewis... Charlie Chaplin... Doris Day


<No piccola, oramai in quell'isola le donne sono delle tiranne che non immagini e gli uomini si sentono sempre più frustrati.>


Orson Welles... Maryl Streep... Danny de Vito


<Okay Vincent, forse un giorno verrò a trovarti nella tua piccola Sicilia, ora ho solo voglia di staccarmi da questa maledetta Walk of fame e di andare a passeggiare sulla Mulholland Drive, se siamo fortunati ti farò conoscere la mia amica Elizabeth. Sai, dopo che è stata fatta a pezzi il suo fantasma si aggira sempre per le strade di LA. La Dalia Nera. Ancora, dopo tutti questi anni, non si è mai trovato un vero colpevole.>


<E tu, Norma Jean, qual è il segreto della tua morte? A me puoi dirlo...>


<Ero semplicemente stanca di vivere, quei due stronzetti che ho sposato mi avevano stressato a tal punto che... e non furono neanche in grado di darmi un figlio... Arthur era un egocentrico snob e Joe pensava solo al baseball.>


<e James?...>


<James? Non lo conosco.>

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 04/06/2016 12:38
    Vincent sei un mago dei racconti flash, carinissimo, inquietante quella riflessione sulle donne e gli uomini di Sicilia, credo che la tua immagine si possa allungare per tutto lo stivale, è la strana concezione in cui si proiettano le donne, che forse sono stanche di essere viste solo nel loro aspetto materno. Fa quasi da specchio questa Marilyn, la femmina per eccellenza, l'impossibile che è possibile nella magia del racconto.
    Avrò come al solito sproloquiato ahahhahh ciao Vincent a rileggerci
  • Rocco Michele LETTINI il 04/06/2016 10:17
    UNA INTERESSANTE ED ESPRESSIVA SEQUELA...
    IL MIO ELOGIO E IL MIO AUGURIO DI UN SERENO FINE SETTIMANA VINCENT...

2 commenti:

  • silvia leuzzi il 05/06/2016 11:54
    Dai davvero? farò questa ricerca, ciao Vincent
  • vincent corbo il 04/06/2016 12:50
    Grazie Rocco e Silvia... la Dalia Nera è veramente esistita... consiglio una ricerca su Wikipedia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0