username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Arzille settantenni

Sulla costiera amalfitana il fuggi fuggi.
Han visto fumare il Vesuvio.
Cosa strana assai perché sembrava spento.
Invece un nuvolone minaccioso si alzava.
Alcuni si sono avvicinati tremebondi.
Poi hanno asciugato il sudore più sereni.
C'era un convegno di biondine rinsecchite.
S'erano sistemate nella bocca spalancata.
Avevano acceso un focherello stralunate.
Venivano da Roma arzille settantenni
desiderose di calore umano, di giovani gigolò.
Una strabichina le guidava a gambe aperte
dimentica ormai delle passate glorie...
Qualcuno gridò agli altri con irriverenza:
" Buttiamole in gruppo nel cratere
che cenere sono e cenere diverranno!"

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Alain il 14/08/2016 20:45
    Buon Ferragosto, Carmine!
  • silvia leuzzi il 13/08/2016 19:13
    Buon Ferragosto a te Carmine
  • Carmine Impagnatiello il 13/08/2016 13:55
    Non voglio essere offensivo, me ne guardo bene. La realtà offende da sola con certi tristi figuri.
    Grazie assai a Silvia e ad Alain per la loro attenzione.
    Buon Ferragosto!
  • Alain il 13/08/2016 07:30
    Tremendamente ironica e reale. Penso che ognuno sia libero di dar sfogo alle proprie passioni e ai propri ardori come meglio crede e soprattutto senza sopraffare nessuno; purtroppo a volte alcuni, uomini o donne che siano, si dimenticano che potrebbero avere una dignità...
  • silvia leuzzi il 11/08/2016 19:06
    Sono ridicole come i settantenni con le ragazzette, penoso correre dietro a un tempo passato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0