username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tanto per i fantasmi del passato non c'è più niente da fare 3

Quell'uomo era uno stronzo e il tempo non l'aveva reso una persona migliore. Era certo contento di avermi risentita dopo così tanto tempo, ma solo perché avevo in quel modo nutrito il suo super-ego da maschio conquistatore. Per lui sarei stata solo l'ennesima scopata in onore dei vecchi tempi. Per me sarebbe stata solo l'ennesima umiliazione che mi avrebbe svuotata."

"E come fai a esserne così sicura?"

"Lo so..." mi sussurrò all'orecchio, mentre si alzava dalla sua sedia e si allontanava. Non la rividi mai più, né in quella locanda né altrove. Spero solo che abbia continuato a combattere per sé e per i suoi cuccioli, tanto per i fantasmi del passato non c'è più niente da fare.
E così anche io smisi di frequentare quella vecchia locanda con unico rimpianto: quello di non rivedere più la bella Jhoanna.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonino R. Giuffrè il 05/09/2016 12:02
    Devo dire che non succede praticamente nulla. La prendo come una pagina confessionale, peraltro scritta bene in alcuni passaggi.

3 commenti:

  • frivolous b. il 06/09/2016 13:16
    Grazie zia del passaggio! Smack
  • silvia leuzzi il 05/09/2016 23:46
    Francy trovo tutt'altro che banale il tuo racconto. Ti consiglio di rileggerlo fra qualche giorno per eventuali correzioni
  • frivolous b. il 05/09/2016 13:54
    Eccerto che non succede nulla! È un racconto (da nulla) che racconta del nulla, perché questi sono i racconti che mi piace scrivere e leggere

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0