PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Deuce

La sua vita si svolge tra il circolo "Fiesole" e la quiete montanara, dove insegna il suo tennis antico fatto di gambe veloci e racchette impugnate classicamente che impattano le palline facendo del rumore pieno la garanzia di un ottimale incontro.
Più diversi non possono essere i due ambienti nei quali si muove con i pantaloncini "Tacchini" bianchi e la felpa azzurra che risplendono meravigliosi nella città come nella piccola valle insieme ai baffi alla Newcombe intonati ai capelli.
Lo vedi da lontano il Rodolfo.
D'estate, fugge il frenetico caldo di Firenze per l'Appennino dei tempi lenti, gustando il piacere di una pizza serale in compagnia dell'immancabile blocchetto degli appunti.

Centodieci d'Appennino

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 13/09/2016 12:55
    SEMPRE CHIARO NELLA TUA ESPRESSIVITA', GLAUCO.
    IL MIO ELOGIO E IL MIO SERENO MERIGGIO.
    *****

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0