accedi   |   crea nuovo account

Il grande Frank

Mi piace pensare a Francesco Rosario Capra... come sarebbe stata la sua vita se fosse rimasto a Bisacquino, minuscolo paese dell'entroterra siciliano, se in quel lontano 1903, all'età di sei anni, non si fosse imbarcato sul transatlantico che lo avrebbe portato nel nuovo mondo. La vita di Francesco Rosario comincia a sei anni. Una vita meravigliosa.


Aprendo la sua pagina, Frank si mostra in tutta la sua sicilianità, lo sguardo penetrante che quasi intimorisce, una sensibilità che va oltre, i suoi occhi sembrano bucare lo schermo, quando sorride è il sorriso della Sicilia, aspro, coinvolgente, solare e oscuro. Francesco, probabilmente, avrebbe fatto il contadino, si sarebbe distinto per il suo carattere aperto e socievole oppure sarebbe andato a Roma, avendone la possibilità, Cinecittà sarebbe stato il suo obiettivo, magari non sarebbe mai uscito fuori dalla sua Sicilia.


Invece Frank si può trovare immortalato nei libri della storia del cinema. Il genio dell'ottimismo a tutti i costi, lui ci ha insegnato che la vita è meravigliosa e per questo i suoi detrattori lo hanno spesso criticato, comunque sia Frank rimane un esempio insuperabile di genialità ed equilibrio.


Così, finisco per interrogarmi sulla sicilianità. Cos'è la sicilianità? Anch'io ne faccio parte... In tutte le opere di Frank, nulla traspare della sua terra, Frank ha rimosso i suoi primi cinque anni di vita ma la sicilianità è rimasta nel suo sguardo. Forse, sicilianità significa appunto osservare la realtà con occhi più profondi, scrutare fin dentro le cose, cercare l'amore anche dentro le rocce; oppure voler salvaguardare a tutti i costi qualcosa che ci appartiene. Per me la sicilianità sta racchiusa nelle pagine del Gattopardo, nei silenzi di una terra fin troppo ambita, fotografata, spulciata, infangata. Chissà cosa penserebbe il grande Frank a vederla oggi, così com'è, la sua Sicilia.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • silvia leuzzi il 16/12/2016 10:55
    Amico mio bello, chissà cosa penserebbe Goethe se girasse per la nostra Italia!
    Interessante considerazione, istruttiva

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0