PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Basta che funzioni (auguri per un meno triste 2017)

scivolo nelle coperte all'una e ventisette della notte, il duemiladiciassettesimo anno dalla nascita di cristo come un tumore mi si insinua nel sangue violentemente. i miei pensieri non sono aulici questa notte. là, nell'altra stanza, una banda di cicciotti detentori della saggezza popolare stanno festeggiando il nuovo anno sotto i botti del loro trito umorismo dozzinale. io sono qui, dopo aver bevuto 4 tennent's, 5 negroni e un cicchetto di glan grant, completamente svuotato delle mie energie vitali, e non chiedo che il nuovo anno mi porti un miracolo o la svolta, semplicemente lascio che le scorie di 27 anni di vita fuoriescano da me come il fumo di quest'ultima sigaretta. mi vengono in mente strane immagini curiose: un cane nero mezzo-addormentato in una riunione di splendenti cani bianchi di razza, le prime note della Sinfonia Drammatica di Ottorino Respighi tradotte in visioni apocalittiche, una tonalità di rosso sporco, prima il divamparsi di un incendio, poi due scocche appena abbozzate sulle guance di un vecchio bambinotto. i miei propositi per il novo anno si riducono alla filosofia di vita di Boris Yellnikoff. poi lascio che il miagolio, coraggioso, di un gatto nella strada, inauguri il nuovo anno come la benedizione di un vecchio sacerdote dai poteri straordinari. fate buoni sogni questa notte e lasciate che il 2017 sia meno triste di tutti i 2016 anni precedenti. auguri uomini, da una specie di uomo.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 02/01/2017 10:07
    UN SENTITO QUANTO OCULATO DECANTO.
    LIETA GIORNATA.
    *****

2 commenti:

  • silvia leuzzi il 02/01/2017 19:56
    Sei forte Ferdi, buon anno pure a te
  • Gianni Spadavecchia il 02/01/2017 07:55
    Dialogo interiore e poesia molto introspettiva. Tanti auguri di buon Anno, a rileggerci.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0