accedi   |   crea nuovo account

Una stupidata

Può toccare il fondo della fossa più profonda quell'anima triste che precipita nella depressione.
Questo stato d'animo a volte può far sì che che ci si senta così inutili e insignificanti per un nonnulla.
Proprio in un nonnulla, in un niente messo in atto dalla persona a cui aveva dato tutta se stessa una donna ha sentito riversarsi sulla sua vita un oceano devastante di indifferenza.
Niente di eclatante, un gesto quotidiano, lecito e anche utile al mondo e al popolo.
Molti rideranno, di questa che dovrebbe passare come una "stupidata" ma che per chi l'ha vissuta è stato uno tsunami che è arrivato improvviso e ha spazzato via tutto lasciandosi dietro sono macerie e desolazione.
Il fatto è questo...
Un giorno quella donna chiede al compagno che esce spesso con gli amici di tornare magari qualche minuto prima per accompagnarla dal medico.
L'uomo rientra sì, qualche minuto prima. Ma appena mette piede in casa suona la sveglia del suo cellulare...
Incredibile! Non ci si può pensare!
L'uomo completamente privo di una qualsiasi sensibilità confessò ingrnuamente
"Ho messo la sveglia per ricordarmi di tornare a casa..."

 

2
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 24/02/2017 06:29
    Convivere con la depressione non e' semplice... Hai firmato un esaustivo seguitato.
    Lieta giornata, Patrizia.
    *****

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0