PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il sentiero

Avevano lasciato i motorini sulla strada e stavano scendendo verso la "Cala del leone".
Maicol scendeva agilmente con le sue "NIKE" mentre Lapo caracollava impacciato con le infradito.
- Te lo avevo detto che con le ciabatte. . . Ma te sei di coccio!" -
Appoggiarono gli zainetti sui ciottoli e si sdraiarono sugli asciugamani.
Maicol aveva un insetto tatuato sulla spalla che sembrava quasi vivo quando si muoveva.
Lapo aveva l'espressione concentrata tipica dei miopi quando si tolgono gli occhiali.
- Lapo, ci tuffiamo? -
- Aspettiamo un po'. Da quanto abbiamo mangiato? -
- Ma per piacere; una schiacciatina. Io vado.-
Maicol camminò sui ciottoli fino ad uno scoglio, ci si arrampicò e si tuffò in acqua con un mezzo carpiato.
Riemerse con un brontolio e cominciò a nuotare a testa alta con grandi bracciate come i pallanuotisti.
Lapo raggiunse la riva a piccoli passi, si bagnò ripetutamente lo stomaco e quindi si immerse lentamente.
Nuotava a cane cercando di non allontanarsi troppo dalla riva.
Quando Maicol rientrò, Lapo era già steso sull'asciugamano.
Stavano quasi "abbioccandosi" quando:
- Come è l'acqua?-
Lapo si riscosse e si girò verso quella voce.
- Fresca, gradevolissima. Ciao.-
- Ciao.-
Maicol si tirò su considerando la ragazza che aveva parlato.
- Mi sbaglio o te sei amica di Cinzia? Ti devo aver visto su Facebook.-
- Non ti sbagli. Io sono Samanta; senza la acca.-
- Allora ti chiedo l'amicizia.- disse prendendo il telefonino e collegandosi alla rete.
Anche Samanta aveva preso il suo telefonino e "smanettava" a due mani.
Maicol si alzò e, con la scusa di farle vedere un Post, si spostò vicino alla ragazza.
- Io vado a fare un tuffo.- disse Samanta.
- Ti accompagno. Te Lapo?-
- No, io non vengo.-
Entrarono in acqua e sguazzarono a lungo ridendo e schizzandosi.
Quando rientrarono Samanta disse:
- Dove è il tuo amico?-
- Non ne ho idea.-
Ma con la coda dell'occhio lo aveva visto sul sentiero mentre risaliva con le ciabatte in mano.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Glauco Ballantini il 30/06/2017 11:01
    Il Romito, Castel Sonnino, mare e alpinismo...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0