accedi   |   crea nuovo account

Cuore Ingenuo

Si aggira
nel teatro delle marionette
un cuore ingenuo,
bucato da parte a parte
"È un dolore infinito il mio"
grida ai burattini tutti uguali,
che ridono sereni,
"È un dolore infinito il mio,
è un vortice nero che mi si apre dentro,
saper che nulla posso stringere fra queste ossa rotte,
è un lacerar le ali ad ogni sogno.
Il cercar invano un luogo tranquillo, ha scatenato in me voglia di ribellione"

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • francesco gallina il 26/06/2007 11:09
    Buono. ho visto dalla tua scheda che abbiamo qualcosa in comune, leggi la mia scheda oppure il racconto WST 84 se ti va, ciao.
  • sara rota il 25/05/2007 16:35
    Lo vedrei bene come un racconto a lieto fine... bell'inizio.
  • alessandro cittadino il 24/05/2007 23:13
    gia,è soprattutto il dolore di chi un minimo ragiona con la propria testa.
  • carmela arpino il 24/05/2007 19:43
    non so perchè m' identifico in questo cuore ingenuo... mi è piaciuta davvero moltissimo! il suo dolore solitario è un po' quello di tutti...
  • alessandro cittadino il 22/05/2007 13:43
    è una poesia che racconta
    per me è molto significativa
  • augusto villa il 22/05/2007 12:41
    Ma questo racconto è una poesia!... e per di più è pure bella!!! Bravo, complimenti davvero! Ciao, Augusto.
  • Anonimo il 16/05/2007 18:50
    bellissima poesia, mi piace davvero tanto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0