username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Libertà

Bello vedere un campo di papaveri, fiori delicati, di color rosso vivo, van toccati con delicatezza, sfiorati con le dita, perchè i loro petali sono fragili, tanto belli, ma fragili, si staccano con facilità.
Cammino con passo tranquillo, calpestando l'erba, faccio attenzione a non calpestare i papaveri.
Indosso un leggero vestito bianco di cotone lungo fino alle caviglie, insieme ai capelli sciolti, danza, accompagnato da un soffio di vento, bello da sentire sulla pelle.
Alzo le mani al cielo, come se volessero dire: “eccomi sono qui, ad ammirare questo splendore di colori, nel silenzio”.
Il viso rivolto allinsù, il sorriso sulle labbra, gli occhi chiusi,  ispiro profondamente il profumo che mi circonda,  la bocca calda, il sole l'ha toccata, l'ha sfioratea l'ha baciata.
Sorrido, la mia mente sta chiudendo i pensieri tristi nel cassetto della memoria, butterà via le chiavi, non vuole riaprirli, non voglio rattristarmi ancora.
Ora ho i cassetti aperti solo per il sorriso, per i ricordi belli, colorati.
La voglia di rinascere, senza illusioni, senza previsioni, voglio assaporare e vivere l'"Attimo", si, solo così le nubi nere non oscureranno il sole che ora sta riscaldando il mio viso.
Vivere l'attimo, che la vita mette a disposizione, devi solo
afferrarlo al volo e non lasciarlo, fino a che quell'attimo ti riempie la vita di emozioni, che sono la linfa per il corpo e per l'anima.
Mi chiedo "La vita è tutta un illusione?
Viviamola senza troppe domande, le domande spesso ti fan impensierire, perchè non sai rispondere e ti frenano nel tuo voler sceglere l'esser libero...

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Marcello De Tullio il 11/08/2009 17:24
    È stato magnifico leggere questo tuo scritto.
  • Vincenzo Mottola il 09/05/2009 00:12
    Tenero, delicato. Vien voglia di abbracciarti e tenerti un po' così, tra i papaveri, nel vento... pardon, parlo della protagonista, ovviamente.
  • Ivan Bui il 14/11/2007 18:00
    Bella riflessione, arricchita da descrizioni di grande incisività.
  • lory giacobbe il 17/05/2007 09:27
    È proprio cosi'.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0