username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

I Sogni Sono per gli idioti. Fanculo il resto.

Io e lei, davanti alla martesana, sedute in bilico su una ringhiera in ferro battuto. Nessuno attorno a noi.
La gente non esce il mercoledì mattina. Stamattina invece, io avevo voglia di uscire, di sentire il terreno sotto i miei piedi e non una sedia sotto il sedere. Avevo bisogno di qualcosa che avesse almeno un retrogusto di vita vera e non di percorso già segnato.

Non so nemmeno che mi è preso.

Avrei voluto prenderla per mano, andare lontano e lasciarmi tutto alle spalle. Le responsabilità che mi gravano sulle spalle, le preoccupazioni, i rimpianti, l'amore non corrisposto, le delusioni, le illusioni, i sogni irrealizzabili, di quelli chiusi in un cassetto di cui hai volutamente gettato la chiave.

Vorrei dirle che l'amo, che l'amo come si amano i sospiri e gli sguardi, la amo come una madre ama il proprio figlio, la amo come amo la natura. Un attimo d'amore per lei. Per lei che me ne ha dati tanti.
Vorrei dirle che piangevo mentre le tenevo la mano, vorrei dirle che l'amo quando mi presta l'ombrello e mi offre da mangiare. Vorrei dirle che l'amo perchè c'è, esiste, vicino a me, senza mai recriminare.
Vorrei. Ma i sogni sono per gli idioti. Fanculo il resto.

Mi sto rovinando, giorno dopo giorno, lontano dai suoi occhi. Pastiglie ingoiate senza un perché, per riempire quel vuoto di fame. Fame. Fame. Fame.
Lontano dai suoi occhi sto lentamente scomparendo. Vorrei che lo specchio m'inghiottisse.
Vorrei. ma i sogni sono per gli idioti. Fanculo il resto.

Ti amo. Ma ti odio. Per quello che mi fai fare. Non è giusto amare così, non è giusto. Non è valido. Non è corretto.
Ho pagato il fio per questi errori ma continuo a punirmi per i medesimi motivi che non reggono più.
Vorrei essere picchiata a volte, per sentire che esisto.
Vorrei. Ma i sogni sono per gli idioti. Fanculo il resto.

Un'iniezione letale, l'ultima. Senti il cuore smettere di battere per un istante, gli occhi sbiancare e il respiro mancare. Così, euforicamente, come un bel sogno. Come una bella favola. Ho tanto davanti a me, ma non riesco a vederlo. Ho tante persone attorno a me, che non riesco a sentire. Qualcosa si è rotto e non me ne sono accorta.

"... Sbatti contro questo muro. Accorgiti di quello che sei, cagna schifosa..."

Come un essere che m'immerge con violenza la testa nell'acqua. Vorrei un'euforia perenne, per staccare la spina.
Vorrei. Ma i sogni sono per gli idioti. Fanculo il resto.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Anonimo il 06/04/2009 19:10
    Anch'io sono molto idiota per avere la libertà di sognare ancora...
    Ciao Sara...
    Nel
  • Anonimo il 06/04/2009 14:47
    Beh allora io mi sento irrimediabilmente idiota e sognatrice.
  • Roberto _ il 06/09/2007 17:11
    L'amore è sempre amore, anche quando non è corretto, quando fa male, quando strappa la carne di dentro perchè sai che non è giusto. Ma vale la pena, vale sempre la pena di viverlo fino in fondo! Emozioni sconvolgenti quelle che provi, espresse molto bene. Ma... tienila attaccata la spina e fai brillare quella benedetta lampadina!! Anche se fa luce su una stanza scrostata e vuota... Baci. R.
  • Anonimo il 03/09/2007 12:54
    il tuo scrivere è molto intenso, coinvolgente, si respira la potenza delle tue parole. sono felice di essere un'idiota.. e fanculo il resto. grazie Sara c.
  • francesco gallina il 03/09/2007 10:32
    I sogni sono per gli idioti, e c'è gente che è fiera di esserlo.
  • Matteo Bonino il 02/09/2007 14:17
    Dolorosa, ma dalla carica che esprimi, si capisce che è presente la voglia di resistere, di non lasciarsi travolgere dalla tristezza ed il dolore...
    Brava Sara.
  • Anna Bona il 27/08/2007 19:40
    complimenti... sono rimasta davvero impressionata... scritto bene e con parole che ti prendono alla testa, l'ho riletto per tre volte e ne provo ancora l'emozione... brava!
  • Antonello Gualano il 23/05/2007 12:54
    duro e forte. Ma ci sta tutto! brava Sara
  • Margherita Ghirardi il 22/05/2007 12:01
    scritto bene, con un buon ritmo.

    Eppoi la martesana... per combinazione anche io ho scritto un racconto dove la nomino, sarà perchè vi abito vicino.
  • Margherita Ghirardi il 22/05/2007 12:01
    scritto bene, con un buon ritmo.

    Eppoi la martesana... per combinazione anche io ho scritto un racconto dove la nomino, sarà perchè vi abito vicino.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0