accedi   |   crea nuovo account

La Prima battaglia

Tutto era pronto, tutto era in attesa dell'inizio. I due stregoni si ergevano potenti e invicibili uno di fronte all'altro, a dividerli i loro Eserciti.
Creature figlie della loro sapienza e del loro essere, pronte anche loro a morire per il proprio padrone. Creature del Bene e del Male, pronte per l'ennesima volta a duellare per il proprio scopo, il potere. La enorme e irreale nave che sosteneva tutti, vaccillava tra le onde del mare e tra gli scogli. Fedor era agitato. Benchè avesse imparato con il tempo e l'esperienza acquisita, a restare calmo in ogni siutazione, quella era la sua prima vera Battaglia da stregone e li sarebbe morto o sopravvissuto al titanico scontro.
Una sottile pioggierellina iniziò a cadere, insinuandosi anch'essa nella Grande Battaglia.
Lampi e tuoni creparono improvvisamente il cielo notturno, la pioggia cadde così insistente.
-è arrivata l'ora, la tua vita da stregone sta già per concludersi, qui, su questa nave e sotto questo cielo burbero e tempestoso- urlò Oposan il Malignio del Mare

-hai paura?- aggiunse dopo qualche secondo

Fedor non rispose, era troppo concentrato sulla Battaglia, non aveva tempo di stuzzicare il suo nemico.
Solo prima dell'impatto violento tra i due eserciti, che sarebbe venuto tra qualche minuto, intravide la sua vita fino a li, partendo da Lofar, la sua città natale. Ripensò a Baldino, a Lekion, ai compagni stregoni deceduti in guerra. Chiuse gli occhi, tirò un sospiro, e poi tutto iniziò.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 13/03/2010 16:33
    Non concordo con i due commenti che precedono il mio. Raramente si possono leggere scritti che mostrano il talento, e tu hai talento. Gli errori di grammatica e di sintassi si possono facilmente correggere con un po' di attenzione, ma il talento e la capacità di guardare dentro alle situazioni e ai personaggi... quelle sono abilità che hanno pochissimi scrittori. Ai due lettori sotto consiglierei di motivare la loro critica in modo preciso e dettagliato, per non correre il rischio di sembrare solo sacche di veleno troppo piene.
  • Sophie DMF il 30/06/2007 15:37
    Non mi piace giudicare negativamente in modo gratuito per cui mi limito a darti un consiglio... magari continua ad esercitarti nella scrittura così migliorerai di volta in volta, non scoraggiarti. Un sorriso. Sophie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0