PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Alcune delle ragioni contro la pena di morte

Nessuno merita di morire. Questo monito va rivolto sia al singolo sia ad una comunità fattasi stato.
Lo Stato deve garantire i diritti fondamentali a ogni suo cittadino. Il diritto alla salute e alla vita bastano di per se stessi a deprecare la pena capitale.
Di fronte al crimine lo stato deve garantire la sicurezza dei cittadini, pertanto i criminali devono essere messi nella situazione di non nuocere senza che gli altri loro diritti vengano meno.
La pena di morte legalizza la vendetta della collettività, che a sua volta infonde un tipo di sadismo proprio anche di coloro che delinquono.
Chi si considera cristiano non potrebbe sostenere la pena di morte, senza alcuna eccezione. I 10 comandamenti e il "porgi l'altra guancia" sono chiarissimi in merito. Eppure moltissimi cristiani confondo la giustizia divina con quella giuridica e dimenticano (basta guardare la situazione negli USA).
La giustizia può sbagliare e se viene condannato a morte un innocente non è più possibile rimediare.
Non è una punzione perchè non da una seconda chance.
I fatti confermano che la pena di morte non riduce il tasso di criminalità.
La soddisfazione che si prova nel veder morire il responsabile della morte di una persona amata è solo momentanea, poichè non serve a restituirci il morto.
La condanna a morte ci da degli individui su cui sfogare la nostra rabbia, tanto da portarci a dimenticare le nostre colpe quotidiane - che possono sembrarci tanto meno gravi da farci autoassolvere dall'accusa di violare le regole.
Se ci sembra giusto che per determinate colpe si paghi con la vita, lentamente si profila ai nostri occhi anche la giustezza della sofferenza che accompagnerebbe il reo alla condanna.
La morte di una persona orrenda non previene la nascita di altre persone ad essa simili.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • rino barbieri il 19/06/2011 21:19
    non sono daccordo la pena di morte se certa va applicata ad un soggetto fortemente pericoloso e con considerazione di non remissione dell'attaggiamento omicida.
  • Anonimo il 01/10/2010 09:20
    Un problema sociale da non sottovalutare...
    C'é sempre bisogno di qualcuno che ne parli apertamente.
    E poi é comunque un argomento degno di essere ascoltato e apprezzato.
  • Sari Koon il 05/09/2010 13:08
    Argomentazione degna di un rispettatissimo retore. Il tuo discorso è scevro da ogni sorta di demagogia. L'ho molto apprezzato! Merita d'esser apprezzato! A rileggerci presto...
  • Giovanni Conti il 18/12/2008 17:27
    Ottime argomentazioni davvero. Io mi basavo principalmente sulla fallibilità dell'amministrazione della giustizia.
  • Marco Vincenti il 01/12/2007 00:30
    Un argomento molto delicato che condivido almeno in parte... apprezzo molto il fatto che qualcuno ce ne parli!
  • Umberto Briacco il 02/06/2007 18:55
    non discuto gli argomenti trattati eccetto "nessuno merita di morire" che lasciato li con un punto dopo è una frase senza senso. Forse meglio "nessuno merita di essere ucciso/assassinato". il resto mi pare argomentato sciattamente. 4

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0