PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Luna

Premessa
Mi presento: sono Marcello e sento vivo il bisogno di mandare a voi, amici sconosciuti, questa mia riflessione.
Voglio parlare di Nuccio amico a me caro perché vive, dentro di me il ricordo di lui scomparso improvvisamente.
Ora accettando la volontà di Dio e scrivendo il mio racconto, ho avuto le risposte ai miei tanti perché


LUNA


Da tre giorni la pioggia scendeva incessantemente, così ieri sera mi affacciai dalla finestra, e gridando chiesi al cielo dove fosse la LUNA.
Come per magia, scese una stella e mi disse che la LUNA era ammalata, e che non poteva affacciarsi per fare vedere tutto il suo splendore.
Io risposi che se noi esseri umani non l ’avessimo vista di notte splendere eravamo infelici, perché la Luna è per la notte il bagliore che ci guida nel sonno come una luce che illumina un sentiero buio.
Poi la stella mi chiese se avessi una medicina per farla stare meglio, ed io risposi che potevo guarirla, e la stella accettò di condurmi dalla LUNA.
Fu un viaggio bellissimo, stavo volando ma mi sentii sicuro, le braccia della stella erano forti e grandi, il suo cuore era caldo, la sua luce entrava dentro il mio cuore, lei aveva capito le sensazioni che mi stava facendo provare.
Durante il viaggio mi disse che questo non era niente e di aspettare che arrivassi sulla LUNA, che avrebbe avuto una luce così grande che poteva penetrare nel mio cuore.
Io rimasi sorpreso per come la stella aveva sentito l’emozioni che provavo in quel momento, e gli dissi:” come hai capito quello che stavo pensando e quello che stavo provando?”
La stella mi rispose che anche loro hanno un cuore, tutte le cose che sono nella terra e nello spazio hanno un’anima ed un cuore, e ci sono cose che sembrano non vivere, ma in realtà vivono, solo che hanno il compito di restare zitti.
Essere in vita ma non dire niente, perché tutti siamo importanti e che se esistiamo ci sarà un perché, non siamo nati solo per caso, anche un albero, che può sembrare insignificante ha il suo compito, perché dà ossigeno, perché alcuni animali si nutrono delle sue foglie.
Anche il pesce pulitore è importante in un acquario per pulire tutti i rifiuti che gli altri pesci emanano.
Anche le pietre di un fiume hanno un’anima ed un significato, loro sono immobili ma hanno un’importanza fondamentale per il fiume, perché senza di esse, l’acqua del fiume non troverebbe attrito, ed il fiume, scorrerebbe velocemente spazzando tutto quello che troverebbe durante il suo cammino, come le alghe ed i pesci che vivono nei fiumi.

123

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Massimiliano Caldarone il 23/05/2012 12:39
    Bella, giusto oggi avevo i pianeti che mi giravano... e il dolce racconto mi ha aiutato.
  • Anonimo il 03/01/2009 10:30
    bellissimo!!!!
  • Rosarita De Martino il 22/09/2007 19:00
    Bravo Marcello, il tuo racconto riesce a comunicare serenità a chi lo legge. Con simpatia. Rosarita

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0