username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

attimo fuggente di vita

eri bella questo lo ricordo...
sudata e felice... hai mai amato una donna?... un groppo in gola... che tu potessi leggermi così nel cuore non l'avrei mai creduto...
nessuna parte di me voleva credere che tu fossi come gli altri... ti vedevo splendida e così dovevi essere.
ti dissi che avrei potuto amare una donna o un uomo indistintamente...
io lo sapevo da anni ma il mio corpo non l'aveva mai provato...
ti vorrei scopare...
lo scrissi sulla sabbia, caldo faceva caldo... questo lo ricodo, la tua risata sguaiata ma allo stesso tempo risonante e piena di promesse, ricordo anche quella..
mi domandavo se era così facile cambiare.
io si... io l'ho amata... la tua risposta scontata e dura allo stesso tempo,
come si fa a stare con un uomo e amare una donna? come si fa a stare con una donna e amare un uomo? come si fa a stare con un essere ed amarne un altro?
a me stava succedendo... a te era gia successo
ti guardavo con aria interrogativa... come se tu avessi potuto svelarmi misteri molto piu complessi del semplice fatto di esistere...
non avro mai il coraggio di cambiare davanti agli altri... non adesso..
voglio un figlio
una famiglia...
poi quando avrò 50 anni allorà potro essere anche altro... la tua proposta assurda...
ed ad un tratto non c'era piu il profumo del mare... ma solo il sale che il bagno di qualche minuto prima aveva lasciato sulla mia lingua...
passai la mano sulla mia scritta... cancellandola è cos facile cancellare le scritte sulla sabbia mutevoli come le parole...
avrei voluta alzarmi andarmene... adesso te lo posso dire... la mia vita sarebbe stata diversa... la tua non lo so.. la mia vita sarebbe stata peggiore
anche se adesso è senza di te... ma il coraggio di essere me stessa non vale una scritta sulla sabbia cancellata,
non mi sono alzata
e il sapore dei tuoi diti è il primo ricodo reale che ho di te... non so se era notte avrei voluto che lo fosse questo sì...
non potrei amarti più adesso... fose non potrei amare più una donna, assaporarne le dita salate dall'acqua del mare,
ma eternamente ricoderò che è pericoloso scrivere sulla sabbia,
non ho poesie per te dolce compagna di unistante di eterno ma solo il ricodo dei tuoi occhi
il ricodo che piangevi alla fine dei film d'amore
la consapevolezza che amare è una sensazione che va al di l'à dell'umano giudizio...

 

1
9 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 21/04/2012 15:56
    .. una ripresa cinematografica
    questo tua indagine
    sentimentale,
    davvero pulito e ben scritto,
    complimenti.

9 commenti:

  • Fernando Piazza il 13/04/2011 00:59
    E molto coinvolgente. Descrivi molto bene il tumulto e la confusione dei tuoi sentimenti. Affidi i tuoi turbamenti alla sabbia ma ancor prima che sia il mare a cancellarli (inevitabilmente) li spazzi via tu per timore che ne resti traccia non già sulla sabbia ma nel tuo cuore in conflitto. Brava
  • sabrina pieraccioni il 11/02/2011 21:52
    grazie dei commenti... anche a me allora sfuggi qualcosa per davvero... e probabilmente traspare da questo mio racconto la confusione interna che avevo allora... piccoli attimi di vita messi alla rinfusa come in un puzzle. ... che poi forse hanno trovato un loro posto o forse no... grazie a tutti
  • Anonimo il 10/02/2011 23:47
    Anche a me sfugge qualcosa, forse non riesco a penetrare le stesse emozioni.

    Suz
  • Ivan Bui il 16/03/2010 21:13
    Mantengo sempre le promesse. Mi sono lasciato coinvolgere, ho letto immedesimandomi, ho ascoltato la musica... me ne sono andato con la stessa sensazione di non aver colto per intero l'intimità ... le dita salete dell'acqua di mare. Davvero brava.
  • Ivan Bui il 01/07/2009 21:55
    C'è qualcosa che mi sfugge, tornerò a rileggerlo...
  • Claudio Amicucci il 09/02/2009 16:34
    Coinvolgente e sfuggente, carica di emozioni più o meno svelate dalla realtà. In certi momenti mi ricordi il mio modo di scrivere da giovane. Bel racconto. Ciao Claudio
  • Rik Forsenna il 06/11/2008 17:59
    ... complimenti B*...è davvero molto bella & coinvolgente...:bacio:
  • sara rota il 13/11/2007 18:30
    Tutti prima o poi regalano anche solo poche parole alla sabbia... non importa se poi un'onda del mare le cancella... Noi sappiamo d'averle scritte.
    Racconto davvero gradito. Brava, mi hai emozionatoe fatto riflettere.
  • Anonimo il 07/11/2007 10:02
    Strani ricordi ti hanno persuasa, paura di vivere spesso spinge a false verità, e così ci attardiamo ancora una volta soli cercando un amore sacro che non stringeremo mai tra le nostra pugna.
    Non posso comprendere appieno le tue parole poiché non ho mai amato nessun uomo, ma solo provato profonda ammirazione verso di loro, invece ho amato tante donne a cui non l'ho mai detto ma forse è meglio così la mia vita adesso mi sazia a pieno

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0