username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mania di un uomo.

…e così lo legò al letto e lo imbavagliò…
lo amava,
da anni sognava lui nudo sotto il suo corpo bramoso di passione,
immaginando di sfiorare quelle guance rosee
e quelle carnose labbra purpuree.
Ora la sua ossessione era lì,
immobile, terrorizzata,
gli occhi sofferenti e sconcertati,
nuda,
bellissima mania che da sempre turbava i suoi pensieri;
e lui, amante violento,
non sembrava accorgersi del dolore provato dal suo tanto desiderato amore
e continuando a possederlo ammirava i suoi lineamenti caldi e perfetti.
Il povero ragazzo, con una pistola tremolante puntata alla testa
fu costretto così a fingere amore verso il suo aggressore,
a fingere piacere e desiderio,
a baciare con finta veemenza quell’uomo un tempo caro,
che chiamava padre e che ora ripudia alla vista,
quell’uomo morbosamente malato d’amore che non si vergogna del suo segreto;
che nasconde ancora in lui la sua perversa ossessione.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 01/04/2012 18:36
    cinico racconto dell'amore perverso che un padre nutre verso il figlio
  • antonio castaldo il 24/03/2009 14:30
    brava... e non si può non aggiungere... tocca nel vero senso della parola.
    complimenti.
  • Donato Delfin8 il 08/01/2009 12:29
    Interessante davvero
    brava grazie a presto
  • omar Gessi il 14/04/2008 16:48
    toccante
  • lucia cecconello il 16/02/2008 19:31
    Sconvolgente... brava ciao
  • Ivan Bui il 30/09/2007 15:36
    Veramente da brividi, scritto con pregevole cinismo. Bello qunto angosciante.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0