accedi   |   crea nuovo account

BENVENUTI A TUTTI VOI (prima parte)

Frequentando questo gradevole sito, mi sono resa conto che le persone in cui mi imbatto quotidianamente sono più o meno le stesse, così vi ho immaginato come una schiera di amici. Con gli amici si conversa, si scambiano opinioni, si discute di tutto e, l'educazione insegna, a loro si presentano i propri familiari.
Beh, considerate questo mio scritto come un invito virtuale, immaginando l'aperitivo e gli stuzzichini a vostra portata di mano e... mettetevi comodi.
Sapete più o meno chi sono, cosa faccio, i miei passatempi preferiti, ma non conoscete la mia famiglia: è ora che ve la presenti.

MIA MADRE

La scorsa settimana ha varcato la soglia degli ottanta anni con lo stato d'animo più sorpreso di averli realmente (intendo anagraficamente) che non di esserci arrivata in buona salute.
Spirito libero per eccellenza, non ha mai permesso al tempo cronologico di raggiungerla, perchè lei correva più in fretta, quindi non ha potuto causarle i normali, classici danni nè nel corpo, ma ancor meno nella mente che ancora potremmo definire semplicemente molto lucida ed in costante ebollizione.
Donna fisicamente piccolina e minuta, è da sempre molto attenta alla sua alimentazione che è costituita quasi esclusivamente da frutta e verdura.
ha innato l'odio per cucinare quindi, se capitate a casa sua ed aprite il frigo, troverete soltanto quanto di più vario il mondo vegetale possa offrire sulla terra. Ma non provate a cercare un po' di formaggio o della carne (contengono colesterolo), una minima parvenza di salumi (contengono grassi), un pezzetto di dolce (ohhh... gli zuccheri), nè tanto meno una briciola di pane (tendenzialmente inutule ma, se c'è, è duro ed integrale).
In pratica più facile trovare un mango od una vaschetta di valeriana che una comune, misera, volgare ma umanissima rosetta di pane.
In ogni caso non abbiate paura di patire la fame, poichè conosce tutti i ristoranti più sfiziosi della zona e sarà felicissima di invitarvi a cena, offrendovi varie degustazioni tipiche, non disdegnando neanche lei un lauto pasto che, immancabilmente, concluderà con la stessa frase: "Mamma mia quanto ho mangiato! Domani solo frutta!"
Dopo un'appagante cena, urge una gratificante sigaretta.
UNA SIGARETTA? Apriti cielo! Da buona ex fumatrice pentita ( categoria molto "New Age" e tanto rompiballe), te la manda di traverso, elencandoti tutti i danni che il fumo provoca, anche quelli a cui non avevi mai pensato, così ti ritrovi a chiederti il perchè sei ancora vivo e non sei andato in fumo come il tabacco che ormai ha perso tutto il suo gusto appagante di tre minuti prima.
Scandisce la settimana all'insegna di svariati impegni personali e sociali: due volte per fare ginnastica dolce (sai, le articolazioni), il mercoledì un massaggio rilassante (con Marco che viene a domicilio), il martedì ed il venerdì giornate dedicate al volontariato.

12

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 02/10/2007 22:53
    Complimenti Paola una madre molto attiva e dinamica.
    Con questo racconto ci farai conoscere alcuni tuoi aspetti, inizi con la tua famiglia ed io continuerò a leggerti. Ciao Paola.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0