PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il vecchio Bill

Fuori faceva freddo…
E anche dentro casa di Johnny.
Cavolo! Da una settimana aspettava l’idraulico che venisse a sistemare la caldaia.
A giorni avrebbe incominciato a nevicare, almeno così dicevano alla TV…
Ora Johnny era disteso sulla sua poltrona di pelle, quella colorata di un verde orrendo…
Johnny non aveva buongusto.
O meglio, si accontentava di quella per ora…
Tanto dopodomani sarebbe stato in volo per il Messico…e quella poltrona, come tutto il resto dell’arredamento, sarebbe stata solo un altro brutto ricordo…
C’era abituato alle numerose trasferte, d’altronde il suo lavoro prevedeva tutti quegli spostamenti.
Johnny osservava quelle foto che gli avevano dato giorni prima.
Raffiguravano il vecchio Bill…
Chi non conosceva Bill? Laggiù, nel Minnesota, era una celebrità.
Aveva vinto più volte la festa annuale delle fattorie.
D’altronde aveva il miglior bestiame della contea.
Sicuramente avrebbe potuto vincere anche quell’anno…avrebbe potuto…
Il vecchio Bill…
Johnny lo conosceva bene, avevano passato l’infanzia assieme.
Frequentavano la stessa classe, nella squallida Patron High School del Minnesota...
Johnny non era portato per lo studio, ma se la cavava.
Preferiva l’ora di ginnastica lui, con il suo fisico alto e slanciato superava tutte le prove imposte dal maestro Burton.
Aveva una resistenza eccezionale anche per la campestre, un respiro regolare e costante: sapeva trattenere il respiro per molto tempo anche sott’acqua.
E con grande piacere questo lo aiutava anche nel lavoro…trattenere il respiro….
Bill invece era più portato per la matematica, e il che era strano.
Quel contadinotto del Minnesota così bravo nell’aritmetica…
Poi pensandoci era naturale: faceva anche ora conti su conti per tenere la contabilità di fattoria, i ricavi e i profitti dei suoi campi…anche tutto a memoria
Il vecchio Bill…
Aveva deciso di entrare il politica Bill…
Beh, sindaco di quella contea del Minnesota…non poteva aspirare di più…
Ma si accontentava.
Johnny guardava quelle foto e ricordava i tempi passati con Bill.
Avevano fatto la patente assieme, e la sera uscivano con la loro compagnia.

123

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0