username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il nord visto “dal basso”

Tra grigie nuvole e binari, il treno infine cessò la sua estenuante corsa. Dieci interminabili ore e tanti splendidi paesaggi (o forse l’unico, dolce paesaggio cangiante) andati persi nel buio…mai più viaggiare di notte…
Lo scenario si rivelò subito per quello che era: deplorevoli scritte e graffiti facevano da padroni nello squallore della stazione…un flash nella mia mente, e la scena vissuta non più di una settimana prima tornò nitida nella memoria: i nostri quattro sorrisi di meraviglia salutarono la graziosa stazione trentina, vivacemente decorata con divertenti murales. Lasciati da parte i ricordi, capimmo rassegnati di essere ormai a casa. Una macchina ci accolse ancora stanchi per la nottata, all’uscita dalla stazione, fieramente parcheggiata sulle strisce pedonali; “Sì, siamo proprio a casa”. Ulteriore conferma, il nuovissimo parcheggio per biciclette, alquanto deprimente vista la sua vuotezza e vista la sola bici legata intelligentemente al palo a fianco. “Siamo a casa”.
Le otto di mattina, la vita comincia a rifiorire, le prime macchine a circolare…”Attenta!!!” Così presa dai miei pensieri…che vizio credere di avere la precedenza sulle strisce! Per fortuna il gentile automobilista mi ha ricordato di essere tornata, col suo clacson.
I pensieri scorrevano come le valige sull’asfalto…asfalto…asfalto…sigaretta…asfalto…cartaccia…cartaccia…asfalto…poltrona?!? Cosa diavolo ci fa una poltrona in mezzo alla strada?! E un’asse da stiro…le hanno messe accanto alla spazzatura…siamo a casa.
Finalmente arrivammo nella splendida oasi che è la nostra “vera casa”, dove ebbi modo di riordinare le idee nella mia mente. Mia madre ci riuscì prima di me, fingendo di piangere come nella celebre pubblicità della crociera…
Coraggio, in fondo non cambia poi tanto, però…strade pulite…muri puliti... senso civico…gente silenziosa…le Dolomiti a incorniciare quest’autentico gioiello…e il freddo secco…insomma…un freddo che riscalda il cuore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Ivan Bui il 07/08/2009 17:29
    ... a me pare di cogliere anche una giusta dose di ironia. Riletto mi é piaciuto anche di più ...
  • Simone Fiume il 07/08/2009 15:43
    Inananzitutto il racconto è scritto bene...
    Comunque da Catanese ti posso dire che sono in parte daccordo con te.
    Ho vissuto i miei primi 7 anni di vita in un paesino sulle Alpi che era un piccolo paradiso terrestre. L'estate scorsa ci sono andato per rivederlo e guardavo stupito come alcuni negozi lasciassero la propria merce esposta all'aperto anche quando chiudevano per il pranzo (e la merce erano zaini e stivali da montagna con prezzi sui 100 &euro.
    Nella mia città, Catania, sarebbe impensabile esporre la merce così. E il rispetto delle leggi stradali anche qui è un grosso problema, ovunque ti volti si vedono ragazzi dai 12 anni in su che sfrecciano senza casco sui motorini truccati.
    Per quanto riguarda il riciclaggio invece è un altro discorso perché qui è anche difficile farlo. Ad esempio quest'inverno avevano aumentato i bidoni per raccogliere i rifiuti differenziati e nella mia zona si è iniziata a fare la raccolta differenziata, da un paio di mesi però nessuno viene più a raccogliere i rifiuti differenziati e allora ci siamo di nuovo riabituati a buttare tutto nel solito cassonetto.

    Poi ha ragione Umerto. Trento, le Dolomiti e le Alpi in generale non sono il "Nord". Sono solo alcune zone isolate dal resto d'Italia.
    Questa frase: " deplorevoli scritte e graffiti facevano da padroni nello squallore della stazione…" può benissimo essere usata per descrivere molte zone di Milano.
    Forse hai visto solo quei piccolo paradisi terrestri immacolati ma se paragoni una città del Nord con una città del Sud bhè i pregi e i diffetti sono equilibrati tra le due. Magari una avrà alcuni difetti mentre l'altra ne avrà altri ma restano pur sempre città dove non puoi fidarti nemmeno del tuo vicino e sei costretto a incatenare la bici...
  • Chiara S. il 19/01/2008 15:28
    giusto, Massimiliano! non si tratta di pregiudizi, più che altro di senso civico che manca del tutto... di mentalità dell'età della pietra!... bisogna solo darsi una mossa e stare al passo coi tempi... e non parlo dell'ultimo cellulare, ma dell'evitare l'autodistruzione...
  • Maria Lupo il 17/01/2008 01:18
    Oh, mamma mia... Ti saluto, Arianna, buon proseguimento.
  • Chiara S. il 16/01/2008 15:35
    Maria, non voglio essere ripetitiva... però credo che se la gente del sud fosse più educata al riciclaggio la situazione campana sarebbe molto meno tragica! Bisogna capire che tutti possono e devono contribuire...
  • Chiara S. il 16/01/2008 15:31
    innanzitutto grazie per il commento, Umberto... quello che io volevo dire è che se al nord ci sono queste situazioni sono certamente in minoranza! Qui è tutta un'altra cosa... comunque ho visitato una zona in cui è Italia di nome e di fatto e non fortemente turistica... inutile dire che mi ha colpito tantissimo
  • Maria Lupo il 16/01/2008 00:03
    Umberto ha detto in parte quello che penso... voevo dire che quello che sta succedendo adesso in Campania falserebbe qualsiasi scambio di idee, quindi, ripeto, meglio lasciar perdere.
  • Umberto Briacco il 15/01/2008 19:01
    Concodo con lo "scritto bene" di chi mi ha preceduto. uno stile preciso forse un po' formale, incravattato, in certi passaggi. Ma va bene così.
    Una considerazione: non confondere il nord con le dolomiti. Pezzi di dolomiti sono italia solo di nome. Inoltre sono zone di turismo molto spinto. Anche quassù ci sono zone degradate, anche qua ci sono città dove attraversare non è un diritto ma un'opinione, dove c'è degrado, emarginazione. Quanto alle poltrone vicino ai casonetti, di raro ma ho visto anche cose così. Saluti.
  • Chiara S. il 15/01/2008 15:20
    grazie per i commenti!! Perchè no, Maria? Mi pare di capire che non sei d'accordo con quello che ho scritto... non credo di aver generalizzato, ti parlo da meridionale e questa è la realtà, la vivo tutti i giorni. Certo le eccezioni ci sono e sono anche tante... ma è questione di mentalità...
  • Maria Lupo il 15/01/2008 01:19
    Non è il momento adatto per aprire discussioni su questo tema quindi mi astengo... IComunque è scritto bene.
  • Ivan Bui il 14/01/2008 16:49
    Bello, scritto davvero bene, scorrevole e piacevole da leggere.