accedi   |   crea nuovo account

Lo strano caso della porta alchemica - conclusione -

Si tolse il soprabito e si versò un whisky poi prese la fotocopia della pergamena forata avuta da Ortis e con una forbicina cominciò ad eliminare le parti scure che nell’originale corrispondevano ai fori, facendo molta attenzione che il taglio non sbordasse. Intanto pensava a dove potesse trovarsi la frase segreta. Gli vennero subito in mente le foto scattate alla porta alchemica, forse era lì che si trovava il messaggio. Le prese dalla borsa e cominciò a provare a sovrapporre la copia forata della pergamena, ma per quante prove facesse sembrava non ottenere alcun risultato. In quello stesso istante bussarono alla porta. Probabilmente era Nora di ritorno dallo shopping.
Non si era sbagliato, infatti anche lei rientrava con le mani occupate da buste e pacchetti.
“Buonasera cara. "disse Howard- Sembrerebbe che tu abbia svaligiato un intero negozio.”
“Ho comperato qualcosa per me e qualche regalo per i nostri amici. Considerando che dovremo passare le feste insieme mi sembra il minimo che potessi fare. A proposito ho informato Silvia dell’invito del dottor Ortis ed ha accettato subito, era veramente felice di questa notizia.”
“Molto bene! "rispose Howard- Ora cosa ne diresti di scendere per la cena?”
Durante la cena il discorso cadde sulle indagini momentaneamente sospese.
“No, -disse Howard- non ho assolutamente intenzione di abbandonare le mie ricerche sul mistero degli Hortis. Purtroppo abbiamo ben poco tempo per trovare la chiave dell’enigma e, devo dire, che siamo ancora in alto mare. Poco fa ho provato a sovrapporre il foglio forato sulle foto della porta ma non vi è alcuna corresponsione.”
“Hai provato a girare il foglio, oppure a capovolgerlo?”
“Ma certo, ho provato tutte le combinazioni possibili ed ora sono certo che dobbiamo cercare altrove…… ma dove?”
“Andiamo per gradi. "riprese Nora concentrandosi- Escludendo le frasi incise sulla porta e dando per scontato che esiste un messaggio segreto, cos’altro abbiamo tra le mani che potrebbe rivelarcelo?”
“Nient’altro. "rispose Howard con amarezza- Già non ho altro che quelle inutili foto…. ma….. Ascolta" soggiunse eccitato come se all’improvviso qualcosa avesse illuminato la sua mente- Io non ho altro ma Ortis si, egli possiede le pergamene scritte da Sigismondo Hortis.”
“Potrebbe rivelarsi un’altra falsa pista, -disse Nora- ma non possiamo tralasciarla.”
Senza pensarci oltre Howard chiamò il cameriere chiedendo del dr. Ortis.
“Mi spiace, professore, -rispose Pietro- ma il titolare in questo periodo è indaffaratissimo, l’ho veduto stamani di sfuggita. Sa in questi giorni c’è tanto da fare sia qui in albergo che nei ristoranti.”

1234567891011121314

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0