username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Confessione

Piano piano ci stiamo perdendo, anche se forse sono solo io che perdo te. Ma già so che quando succederà, diventerai il più bello dei desideri irrealizzati, la più bella delle illusioni in cui ho creduto e la più geniale delle utopie.
Alla fine ho accettato il fatto di esser diventato dipendente da te, e sopratutto ho capito che non solo sei riuscita a legare a te il mio cuore, ma che sei riuscita anche ad incantare la mia mente ed ad attrarre il mio essere. Che mi ha sempre spinto a cercarti e a trovare il modo per stare insieme a te, sempre più spesso e sempre più vicino, facendomi anche passeggiare nelle valli estese della fantasia e pensare che un giorno sarei riuscito a convincerti ad amarmi. O almeno a godere dell'affetto che potevi darmi.
Ma ho sempre vissuto nella paura di diventare molesto e di farti scappare via da me, come è già successo in passato e come sta succedendo ora, perciò non ho mai insistito.
E quando ti ho detto che non riuscivo ad essere pienamente naturale volevo dire proprio questo, cioè che a volte non sapevo come comportarmi perchè avevo paura di sbagliare e farti scappare via, come è già successo, e come del resto sta succedendo ora.. Probabilmente solo per il fatto che tu ti sei accorta del mio interesse.
Sostanzialmente avevo paura di perdere anche la possibiltà di esserti amico, cosi come tutte le emozioni, gli stimoli e gli insegnamenti che tu mi dai, pur se non lo sai; e soprattutto paura di perdere la possibità di starti vicino e prendermi cura di te.
Alla fine è anche per questo motivo che non ti ho confessato mai questa cosa prima d'ora, ma dato che ormai ci stiamo perdendo, ho pensato che probabilmente scrivertelo era l'unico modo per farlo.
Però in ogni caso sono sempre stato spontaneo e sincero con te, e se qualche volta ho negato il mio interesse è stato perchè al momento credevo o mi illudevo che fosse cosi.
Cosi come non nego che spesso la confusione ha fatto da padrona nel mio cervello, e che a volte i miei sentimenti sono altalenati da un amore folle all'insicurezza dell'esistenza e della veridicità degli stessi,
Nei giorni passati ho cercato l'occasione per parlarti da vicino di questa cosa ma alla fine non ci sono mai riuscito, perchè cercavo una situazione adatta e magari romantica per poterlo fare. Ma non lo mai trovato e forse nemmeno tu me l'hai data
Comunque se ti avessi parlato nei giorni scorsi avrei usato più o meno le stesse parole, anche se forse in maniera più prolissa e con un sentimento più caldo; ma di certo non ti avrei chiesto di amarmi ma semplicemente di lasciare che io lo facessi, ne avrei preteso di vivere una storia con te (pur se avrei continuato nella speranza che primo o poi potessero succedere entrambe le cose) ma semplicemente mi sarei accontentato di starti accanto, e forse il termine acconentarsi è anche sbagliato perchè non rende giustizia al piacere che avrei provato.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Aniello Nello De Vivo il 18/02/2008 01:42
    sono d'accordo, infatti ho già fatto leggere questa cosa alla mia musa e ovviamente come molte persone di fronte ad una cosa inusuale come l'amore confessato è scappata via imparurita.
    Io spero che abbia un bel ricordo nel profondo del suo cuore, e non solo una storia divertente o narcisista da raccontare.
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 17/02/2008 18:07
    Le frasi scritte spesso danno il coraggio che non danno le parole a voci. fallo leggere alla persona che ti ha ispirato... chissà potrebbe cmq conservare un dolce ricordo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0